02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Truffe vere e polizze finte

Il giro d'affari della criminalità supera i 3 milioni di euro

16 aprile 2019
Truffe vere e polizze finte

Passano le stagioni ma la polizza falsa non passa mai di moda…Il giro d’affari infatti, non solo non accenna a diminuire, ma è arrivato persino a toccare alcuni milioni di euro l’anno.

Dato che ormai l’acquisto on line di beni o servizi, tra cui anche quelli assicurativi, è diventata per molti italiani un’abitudine, anche i malintenzionati si sono spostati su questo canale facendo leva sulla semplicità d’uso per attrarre potenziali vittime.

A differenza di altre tipologie di truffe però, nel caso della stipula di una polizza rc auto, le vittime non solo perdono i soldi, ma rischiano anche la sospensione della patente e il sequestro del veicolo perché l’assicurazione a copertura del proprio mezzo è falsa, quindi nulla ai fini legali.

Da gennaio 2018 a marzo di quest’anno, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) ha segnalato pubblicamente circa 150 siti falsi, per un giro d’affari illegale di oltre tre milioni di euro.

Secondo l’Ivass, che ha reso noti i numeri del fenomeno, la maggior parte dei siti irregolari si sarebbero concentrati quasi esclusivamente sulla vendita di polizze rc auto o assicurazioni moto, per lo più temporanee. Di solito la truffa avviene attraverso siti internet di compagnie o di intermediari inesistenti, le cosiddette compagnie fantasma. Un’altra tecnica messa in atto dai malintenzionati è quella di utilizzare falsi profili su blog e social network, banner e inserzioni pubblicitarie a pagamento che rimandano sempre a compagnie inesistenti. Talvolta inoltre, l’attenzione dell’automobilista distratto viene catturata attraverso l’uso di un marchio simile a quello di una compagnia regolare.

Negli ultimi anni il fenomeno sarebbe cresciuto in maniera esponenziale. Basti pensare che fra il 2015 e il 2016 le segnalazioni dell’Ivass erano solo occasionali. Il boom è arrivato fra il 2017 e il 2018, quando l’Ivass ha scoperto oltre 150 siti (il 95% dei quali oggi è offline) di compagnie fantasma. Dal primo gennaio al 15 marzo 2019 sono stati scoperti ben 66 siti falsi, dei quali il 40% oggi è offline.

Come fare per evitare di incappare quindi in brutte sorprese? Prima di sottoscrivere un contratto è opportuno adottare alcuni accorgimenti come quelli suggeriti dal vademecum stilato da Facile.it. Tra i numerosi consigli forniti vi è chiaramente quello di rivolgersi solo e soltanto ad operatori professionali, siano essi broker, compagnie o siti di comparazione ma anche quello di verificare che l'azienda con cui stiamo firmando il contratto sia inserita nell'elenco delle compagnie autorizzate ad operare in Italia. La lista è disponibile per consultazione sul sito dell’Ivass.

Vota la la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 5 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 19/05/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.