Novità Rc auto: la scatola nera sotto la lente del Mimit

Si studia la portabilità dei dati

16 April 2024
Novità Rc auto: la scatola nera sotto la lente del Mimit

Il ministero delle Imprese e del Made in Italy è tornato ad occuparsi di polizze Rc auto e in particolare del funzionamento delle cosiddette black box. Ma che cosa sta succedendo e perché potrebbero esserci novità in arrivo per gli automobilisti?

Perché il Mimit sta lavorando alla realizzazione di un disegno di legge in grado di facilitare la portabilità dei dati telematici registrati dalle scatole nere installate sulle autovetture. In sintesi, l’obiettivo è quello di regolare in maniera chiara le modalità di trasmissione di tali informazioni da una compagnia assicurativa a un’altra: in questo modo l'automobilista ha nel concreto la possibilità di scegliere di anno in anno l'offerta più vantaggiosa tra quelle proposte dalle varie assicurazioni, conservando tutti i dati e quindi anche lo “sconto accumulato” grazie all’impiego della scatola nera.

Come funziona oggi la scatola nera

La scatola nera proposta dalle assicurazioni e installata sui veicoli permette una riduzione del costo della polizza Rc auto in sede di rinnovo in funzione di un punteggio assegnato in base allo stile di guida e alle percorrenze registrate durante l’anno precedente. Nel contempo però, questo sistema ha limitato indirettamente la possibilità di cambiare compagnia perché i dati finora non potevano essere trasferiti da una compagnia all’altra.

In pratica, per continuare a beneficiare dello sconto ottenuto (per effetto della “buona condotta” risulta tante dai dati registrati nella scatola nera) la maggior parte degli assicurati è costretta a rimanere con la stessa compagnia. Gli addetti ai lavori lo chiamano "lock-in effect", vale a dire una minore propensione a rivolgersi ad altre compagnie da parte dei clienti che hanno la black box, un fenomeno denunciato da tempo anche dall’Ivass, l’Istituto che vigila sulle compagnie assicurative attive in Italia.  

Le novità in vista nel ddl concorrenza

L’impossibilità di trasferire i dati relativo allo stile di guida da un assicuratore all’altro non permette alla clientela di scegliere liberamente tra le offerte oggi disponibili, ma anzi impedisce di cumulare tra loro promozioni e sconti legati al cambio di compagnia.

Il governo si appresta quindi a intervenire su questo tema dovrebbe essere inserito nella cosiddetta legge annuale sulla concorrenza. Nello specifico se ne starebbe occupando già il ministero delle Imprese e del made in Italy. L’obiettivo è arrivare alla portabilità dei dati telematici registrati dalle scatole nere installate sui veicoli o, in alternativa, all'individuazione di un set di dati portabili, regolando nel contempo le modalità di trasmissione degli stessi dati tra le compagnie.

Il lavoro per la messa a punto della misura sta andando avanti da tempo così come il confronto con tutti gli attori in campo. Su spinta del Garante dei prezzi, a metà febbraio si è riunita la Commissione di allerta rapida sui prezzi della Rc auto ed è stato istituito un gruppo di lavoro istituzionale di cui fanno parte, oltre agli uffici ministeriali interessati, anche l'Agcm, l'Ivass e la Banca d'Italia.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO