02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Mondo Assicurazioni

L'anno nuovo si avvicina e il bollo auto (probabilmente) è in aumento

Rincari ed esenzioni per il bollo 2015

24 settembre 2014
L'anno nuovo si avvicina e il bollo auto (probabilmente) è in aumento

Arrivano alla velocità della luce le novità nel mondo automobilistico e non riguardano solo le assicurazioni auto, ma anche il bollo in vista dell'anno nuovo. L' importo dell'imposta, nel 2015, potrebbe salire considerevolmente. Al momento non è ancora possibile quantificare con esattezza le cifre, visto che ogni regione potrà aumentare il bollo fino al 12%: certo è che il rincaro è previsto e sarà sensibile.

In compenso però sono previste alcune esenzioni per determinate categorie di guidatori e per alcuni tipi di auto. I disabili (portatori di handicap e invalidi), per esempio, saranno esentati, così come non sranno tenute a pagare le persone in possesso di un certificato che ne attesti la malattia e che siano intestatari dell'auto e i loro accompagnatori (se il malato necessita di essere assistito).

L'esenzione sarà applicata a un unico veicolo: tra le auto che potranno godere di queste agevolazioni figurano quelle elettriche, che hanno diritto all'agevolazione fino a cinque anni dopo l'immatricolazione, così come le auto ibride, le cui  regolamentazioni variano da regione a regione.

In Lombardia, Veneto e Lazio (ma solo per veicoli ibridi e benzina), l'esenzione è valida per tre anni a partire dalla prima immatricolazione; in Campania vale fino al 2016 e in Puglia è valida per cinque anni. In altre regioni il bollo delle auto ibride viene riferito alla potenza del motore termico ma non a quella complessiva dell'auto.

Anche le auto a gpl hanno diritto a certe esenzioni, che sonno diversificate a seconda della regione. Fermo restando che per ottenere informazioni dettagliate è bene contattare direttamente l'Aci competente per la propria regione, in generale le automobili a gas pagheranno un quarto del bollo che verrà pagato da quelle a benzina. Per quanto riguarda le auto storiche, invece, non si pagherà il tradizionale bollo auto: se l'auto ha più di trent'anni, sarà sufficiente versare la tassa di circolazione standard e annuale da 31,24 euro, su cui non si pagheranno multe in caso di pagamento ritardato.

di Franco Canevesio

Vota la la news:
Valutazione media: 3,6 su 5 (basata su 5 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.