Allarme tariffe Rc auto: domani riunione al ministero delle Imprese

Sotto i riflettori gli aumenti delle polizze

13 February 2024
Allarme tariffe Rc auto: domani riunione al ministero delle Imprese

Nel 2023 le tariffe Rc auto sono andate alle stelle. Se n'è accorto anche il governo italiano, tanto che il ministro delle Imprese, Adolfo Urso, ha deciso di convocare per domani, mercoledì 14 febbraio 2024, la Commissione di allerta rapida di sorveglianza dei prezzi sul settore assicurativo.

Alla riunione parteciperanno i principali attori del comparto: l'obiettivo della convocazione è quello di approfondire le recenti dinamiche delle garanzie obbligatorie dei veicoli. Come indicano i dati ufficiali dell’Ivass, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, a novembre 2023 il prezzo medio delle Rc auto è schizzato a 391 euro, in rialzo del 7,1% su base annua.

Rischio aumenti per 765.000 guidatori

Secondo l’Osservatorio di Facile.it oltre 765.000 automobilisti quest’anno vedranno aumentare il costo dell’Rc auto e peggiorare la propria classe di merito a causa di un sinistro con colpa dichiarato nel 2023: Toscana, Liguria e Sardegna le regioni in cui è stato registrato il maggior numero di denunce di sinistri con colpa, mentre Trentino-Alto Adige, Basilicata e Friuli-Venezia Giulia sono quelle con meno denunce.

Sebbene la quota di automobilisti che hanno dichiarato un sinistro con colpa sia diminuita del 7% rispetto al 2022, sottolineano da Facile.it, le tariffe Rc auto continuano a crescere, con effetti negativi anche per gli assicurati virtuosi: a dicembre 2023 per assicurare un veicolo a quattro ruote occorrevano, in media, 618,55 euro, vale a dire il 35% in più rispetto a dodici mesi prima.

“La tendenza al rialzo non sembra mostrare segni di rallentamento - spiega Andrea Ghizzoni, Managing Director Insurance di Facile.it. - L’inflazione, che nel nostro Paese rimane ancora su livelli elevati, gioca un ruolo chiave sia sul costo di riparazione delle auto sia sul costo medio dei sinistri, fattori che inevitabilmente pesano sull’aumento delle tariffe Rc auto”.

Allarme rosso

Bisogna ricordare che le compagnie assicurative sono libere di fissare i prezzi dal 1° luglio 1994, anno della liberalizzazione delle tariffe: in genere, maggiori sono i costi dei risarcimenti, più elevati diventano i listini. Secondo gli esperti, le cose potrebbero cambiare solo studiando riforme strutturali del settore, in modo da stimolare la concorrenza.

Fra i punti deboli rilevati da più parti, l’indennizzo diretto introdotto nel 2007 e le clausole con franchigie a carico degli automobilisti che si rivolgono ai riparatori convenzionati, cercando di tagliare fuori quelli indipendenti.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Franco Canevesio.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO