02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Trasporto pubblico, cala il numero di passeggeri

Meno italiani usano i mezzi pubblici

18 dicembre 2017
Trasporto pubblico, cala il numero di passeggeri

In Italia non diminisce soltanto, come vi abbiamo raccontato qualche tempo fa, il livello di motorizzazione generale; ma a quanto pare anche imezzi pubblici piacciono sempre meno. È quanto sembrerebbe emergere dall'analisi diffusa dal Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Istat che ha esaminato i dati relativi al periodo 2011-2015 sull'uso dei mezzi nei principali capoluoghi italiani, e che ha visto diminuire il numero di passeggeri del TPL (Trasporto Pubblico Locale) del 10,5%. In particolare da 3.807,2 milioni a 3.405,7 milioni.

Roma risulta essere la città capoluogo di provincia con il maggior numero di passeggeri annui del TPL con quasi 1.200 milioni nel 2015. Segue Milano che dalle elaborazioni del Centro Ricerche Continental Autocarro risulta seconda in questa graduatoria con quasi 600 milioni. Entrambe le città hanno perso passeggeri nel giro di questi 4 anni esaminati: -19,2% la capitale, -15,6% Milano.

L'analisi si limita a fotografare il fenomeno, senza dare spiegazioni. C'è da pensare che in questi anni è nato e cresciuto il car sharing che ha sicuramente incontrato il favore di un alto numero di persone. Un altro fattore è l'apprezzamento sempre più basso verso i mezzi pubblici considerati poco funzionali e scarsamente puntuali.

Alcuni esempi positivi ci sono come per esempio la città di Torino che ha visto crescere il numero di passeggeri del 25,1% passando da 197 milioni a 246,50, Venezia +10,1% e Bologna +14,9%. Il rialzo più consistente anche se numericamente meno significativo è quello di Brescia con +55,2%, mentre il ribasso peggiore lo si registra a Napoli -34,1.

Qualunque sia l'opinione personale sui mezzi pubblici, è indubbio che siano una risorsa importante per tutte le città italiane e devono essere quanto più possibile tutelati e incentivati anzitutto perché riducono il traffico e di conseguenza l'inquinamento. Hanno poi un effetto indiretto sul turismo poiché spesso i viaggiatori in arrivo nelle nostre città hanno come unica possibilità l'uso di mezzi pubblici. Le risorse sempre più risicate delle amministrazioni locali e in alcuni casi la mala gestione delle municipalizzate mettono spesso in ginocchio questo settore.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »