02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Polizze dormienti: altri 492 milioni per gli assicurati italiani

Dopo 10 anni vanno in prescrizione

5 ottobre 2020
Polizze dormienti: altri 492 milioni per gli assicurati italiani

Potremmo essere beneficiari di una polizza e non saperlo. Si tratta delle polizze vita cosiddette “dormienti” che giacciono in gran quantità presso gli archivi delle compagnie, ma che l'avente diritto non va a riscuotere. Spesso lo stesso beneficiario non ne sa nulla perché si tratta di prodotti attivati in concomitanza con altro tipo di operazione o può trattarsi di polizze per il caso di morte dell’assicurato, della cui esistenza i beneficiari non erano a conoscenza, o ancora di polizze di risparmio che, giunte alla scadenza, non sono state riscosse per vari motivi.

Quello che importa sapere è che dopo 10 anni vanno in prescrizione, per questo l'Ivass si è attivata da tempo per “risvegliare” queste polizze dormienti, facendo appello ai potenziali beneficiari. Il lavoro dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni ha dato i suoi frutti: con una nuova indagine che ha riguardato le compagnie assicurative straniere, sono emersi 492 milioni di euro relativi a oltre 23 mila polizze di compagnie estere che operano in Italia. Numeri che si aggiungono a quanto già fatto dall'istituto con la propria indagine presso le compagnie italiane, che ha portato al "risveglio" di oltre 4 miliardi di euro.

Il Covid ha impattato anche in questo caso: l'Ivass spiega che l'emergenza epidemiologica ha rallentato la ricerca e il contatto dei beneficiari per cui non è stato ancora liquidato l'intero importo risvegliato, ma comunque il termine per la richiesta di rimborso è stato prorogato dal 15 giugno 2020, fino alla fine di ottobre 2020. I diritti derivanti dalle polizze vita infatti si prescrivono, come dicevamo, in 10 anni dalla data di uno di questi eventi:

• decesso dell’assicurato;

• scadenza del contratto.

Se entro 10 anni la polizza non viene riscattata, allora le imprese devono devolvere le somme al Fondo Rapporti Dormienti istituito presso la CONSAP. Questa “prescrizione” di 10 anni vale proprio per tutti gli eventi accaduti dal 20 ottobre 2010. Come fare per sapere se si è beneficiari di una polizza dormiente? Ci sono due opzioni:

• Rivolgersi al Servizio ricerca coperture assicurative vita dell’Ania. La richiesta può essere fatta solo da chi è beneficiario della polizza registrandosi sul portale;

• Rivolgersi al broker, banca o compagnia assicurativa di cui il familiare era cliente chiedendo informazioni sull'esistenza di polizze.

Per maggiori informazioni basta visitare questo indirizzo: https://www.ivass.it/consumatori/azioni-tutela/polizze-dormienti/index.html  

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO