Inflazione: il 2024 parte con rincari su bollette e Rc auto

Inizia a calare intanto l'inflazione

2 January 2024
Inflazione: il 2024 parte con rincari su bollette e Rc auto

In molti sperano che il 2024 sia l’anno in cui finalmente l’ondata di inflazione potrà ridursi, ma le prime notizie non sono certo delle migliori. Due capitoli di spesa partono già in aumento: Rc Auto e bolletta del gas. I rincari sono dovuti a ragioni differenti, ma il risultato non cambia e quando ci sono aumenti dei costi, l’inflazione continua a crescere e a propagarsi anche su altri settori.

Rc auto, pesano i costi delle riparazioni

Secondo un’analisi effettuata da Facile.it, oltre 756mila automobilisti italiani vedranno crescere il premio della polizza auto. Sono gli assicurati che durante il corso del 2023 hanno denunciato un sinistro con colpa e che vedranno peggiorare la loro classe di merito. In questi casi l’aumento è automatico essendo la classe di merito uno dei parametri con cui si calcola il costo della Rc Auto; tuttavia va notato che il numero di persone che ha dichiarato un incidente è diminuito del 7% nel 2023 rispetto all’anno precedente, quindi l’aumento del 35% sul costo del premio appare subito fin troppo cospicuo.

Secondo gli esperti del sito ciò è dovuto all’inflazione: sui bilanci delle compagnie pesano infatti gli elevati costi delle riparazioni dovuti all’inflazione. Il costo medio dei sinistri cresce e di conseguenza cresce anche la Rc Auto.

Gas: bollette più care

Discorso diverso per la fornitura di gas. Per aiutare le famiglie durante il 2023 era attivo uno sconto sull’Iva voluto dal governo: al 5% invece che al 22%. Questa misura non è stata rinnovata e dal primo gennaio 2024 si torna ad applicare l’aliquota Iva ordinaria, che va dal 10 al 22%. Per il gas impiegato in usi civili si applica l’aliquota ridotta al 10% solamente ai primi 480 metri cubi all’anno, poi la percentuale è al 22%.

Altri aumenti

Portano il segno più anche altre voci come tariffe autostradali (+2,3%), trasporti (caro-benzina e caro-voli fino a 160 euro in più all’anno), affitti (+5%), tariffe telefoniche (+5%).

Secondo l’Istat l’inflazione in Italia è in calo: a gennaio 2023 si registrava un +10%, a novembre 2023 la crescita era del +0,7%, questo significa che i prezzi continuano a salire ma non ai ritmi dei mesi scorsi. La speranza è che entro fine anno si abbia finalmente un assestamento.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO