02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Assicurazioni moto temporanee, come orientarsi

Come scegliere l'assicurazione a tempo per la moto

14 marzo 2017
Assicurazioni moto temporanee, come orientarsi

La bella stagione è arrivata e con questa anche la voglia di due ruote. Gli appassionati di moto in Italia sono tanti con oltre sei milioni e mezzo di motocicli e con percentuali in crescita. Nel 2016 le immatricolazioni sono state 193.814 unità, +13,3% rispetto alle 171.043 del 2015. Gli scooter confermano la quota di mercato maggiore, tant'è che sono saliti da 108.194 a 117.878 unità, per un aumento dell'8,5% rispetto al +7% del 2015.

Insomma sarà per il traffico o per la voglia di libertà che la moto accarezza, gli italiani sono sempre più appassionati. Molti decidono di utilizzare la moto solo nella bella stagione e questo risveglio anticipato della primavera ha colto qualcuno di sorpresa.

Qual è la soluzione migliore dal punto di vista assicurativo? Inutile ovviamente pagare la polizza se la moto non la si usa, meglio dunque pensare a una soluzione a tempo che può avvenire in due modi: stipulando una polizza temporanea o attraverso la sospensione di una classica assicurazione annuale.

Il primo caso è il più noto: questa formula consente al proprietario del veicolo di sottoscrivere una polizza moto per un determinato periodo di tempo, definito nel contratto stesso e i premi assicurativi sono calcolati in base al periodo scelto.

A differenza delle polizze tradizionali le assicurazioni moto temporanee permettono di risparmiare sul premio assicurativo perché coprono le spese solo per il periodo di tempo fissato nel contratto (che può andare dai 3 ai 6 mesi ma può essere anche personalizzato in base alle proprie esigenze) e non per l'arco dell'intero anno.

Le assicurazioni moto temporanee possono essere di due tipi:

- la prima, definita “temporanea”, è di breve durata e quindi può risultare piuttosto vantaggiosa per le persone che usano la moto occasionalmente o in giorni della settimana prestabiliti;

- la secondo tipologia, quella “periodica”, è calibrata per periodi di tempo di media entità (in genere sei mesi) e quindi risulta indicata per chi utilizza la propria moto durante la stagione primaverile o quella estiva.

Il secondo caso è quello di una tradizionale polizza annuale che però viene sospesa per un certo periodo di tempo. In molti casi le compagnie consentono di interrompere la copertura anche più volte durante l’anno assicurativo, per un periodo non inferiore a 3 mesi e non superiore all’anno. In questo caso il costo complessivo è più alto ma può essere una soluzione adatta per chi la moto non la usa solo nei due o tre mesi più freddi o che magari si trasferisce periodicamente in altre città per lavoro. Questo tipo di assicurazione ha in più il vantaggio di far scattare la classe di merito favorevole in caso di mancanza di incidenti, mentre quella temporanea non può incidere sulla determinazione della classe di merito.

In conclusione esistono anche delle polizze “giornaliere” ma sono in generale molto costose e limitanti, tanto che per la maggior parte dei casi sono prodotti adatti a concessionari o rivenditori che magari hanno solo l'esigenza di spostare un mezzo da un posto ad un altro.

Qualunque sia la soluzione scelta è importante rispettare scrupolosamente i tempi concordati con l'assicurazione altrimenti, oltre a multe salate, si rischia di dover pagare cifre altissime per i sinistri non coperti da assicurazione.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.