02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Vittime di incidenti stradali, Istat: dato migliore degli ultimi 10 anni

Vittime in diminuzione del 4,8% rispetto al 2018

10 agosto 2020
Vittime di incidenti stradali, Istat: dato migliore degli ultimi 10 anni

La situazione è in miglioramento, ma c'è ancora lavoro da fare. I dati sugli incidenti stradali nel 2019 diffusi dal Report ufficiale dell'Istat a livello europeo, fotografano una situazione incoraggiante: il numero di morti per incidenti stradali nel nostro Paese nel 2019 si è fermato a 3.173 vittime, non solo in diminuzione rispetto al 2018 (-4.8%), ma anche il dato più basso degli ultimi 10 anni.

Più di 3mila persone vittime della strada però non ci inducono certo a festeggiare. Anche il computo dei feriti resta alto: 241.384 (anche questi in calo dello 0,6% su base annua). Segue il trend anche il numero complessivo di incidenti con lesioni a persone che ammontano a 172.183 in Italia, in lieve calo rispetto al 2018 (-0,2%).

Interessante il dettaglio sulle vittime che può aiutarci a indagare quali sono i rischi maggiori: dei 3.173 morti del 2019, 2.566 sono uomini e 607 donne. I conducenti deceduti sono 2.222, i passeggeri 417. Gravissimo il bilancio dei pedoni che ammonta a 534.

Come siamo messi nel confronto con l'Europa? Nell'Ue (ancora a 28 perché include i dati del Regno Unito) quasi 25mila persone sono decedute in incidenti stradali, contro le 31.595 del 2010, con una riduzione nel decennio del 22,1%. In Italia si registra il risultato migliore, con una diminuzione del 22,9% su 10 anni. Tra il 2018 e il 2019, il numero delle vittime diminuisce del 2,3% nella Ue28 (In Italia con il nostro -4,8% su base annua siamo dunque sopra la media).

Il nostro Paese si colloca al sedicesimo posto nella graduatoria europea per numero di incidenti e di vittime, stabile rispetto al 2018. Un buon piazzamento soprattutto perché siamo abituati a uscire con le ossa rotte da qualsiasi confronto con gli altri Paesi dell'Unione in quasi tutti gli ambiti. In questo caso comunque sembra che si sia diffusa una certa prudenza e, vista la larga diffusione delle scatole nere, è ipotizzabile che un contributo sia arrivato da lì.

Ad ogni modo il report ci dice che le nostre strade non sono certo un mondo incantato, continuano ad esserci vittime, feriti e danni e finché non avremo il numero zero nelle colonne di morti e feriti, la nostra attenzione non deve mai venire meno. È essenziale uno stile di guida prudente e attento (innumerevoli gli studi che dimostrano che al primo posto tra le cause di incidenti ci siano la distrazione del guidatore e l'eccesso di velocità), oltre ad una buona assicurazione che ci possa tutelare dalle conseguenze di un sinistro (anche in questo caso è disarmante constatare come milioni di vetture girino senza una RC Auto, obbligatoria per legge).

Qualche spiraglio di ottimismo può arrivare dalla tecnologia, i sistemi di sicurezza attivi e passivi montati sulle nostre automobili si fanno sempre più efficaci. Tutto può concorrere ad abbattere il numero di vittime nella speranza di poter scrivere presto un post sul nostro blog con il titolo: “Nessuna vittima per incidenti quest'anno in Italia”.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO