02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Nuovo Codice della Strada, italiani favorevoli ai cambiamenti

Cosa cambia e cosa no nel nuovo codice

22 aprile 2019
Nuovo Codice della Strada, italiani favorevoli ai cambiamenti

Il nuovo Codice della Strada è pronto per essere approvato. Alcune delle modifiche previste riguardano le nostre abitudini e potranno incidere fortemente sul comportamento che abbiamo mentre siamo alla guida della nostra auto. Tra i provvedimenti più importanti dovrebbe figurare l'inasprimento delle multe per chi utilizza dispositivi elettronici mentre è al volante. La nuova norma prevede una sanzione tra 422 e 1.697 euro (in netto aumento rispetto a quelle attuali che si attestano tra 161 e 467 euro) e la pena accessoria della sospensione della patente da sette giorni a due mesi. Confermato anche l'aumento della multa in caso di recidiva, con sanzioni tra i 644 e i 2.588 euro, con la sospensione della patente da uno a tre mesi e la decurtazione tra i 5 e i 10 punti dalla patente di guida. Un cambio decisamente positivo: negli anni in questo blog abbiamo più volte affrontato il tema degli incidenti stradali partendo dai dati degli enti ufficiali e la distrazione per i dispositivi elettronici è sempre stata ai primi posti tra le cause di incidenti insieme all'alta velocità. Ben venga dunque se questo cambiamento sarà un deterrente in più.

Nel nuovo Codice della Strada è stata confermata anche la misura che prevede la predisposizione di parcheggi gratuiti per le donne in gravidanza e per chiunque trasporti in macchina un bambino con un'età inferiore a un anno. Confermata anche l'abolizione dell'obbligo di utilizzo delle luci di posizione e degli anabbaglianti nelle ore diurne. Sono state aumentate, e non di poco, le sanzioni per il divieto di sosta. Si passa da multe che vanno dagli 84 ai 334 euro a sanzioni comprese tra 167 e 647 euro, con decurtazione di 2 punti dalla patente per la sosta in area adibita ai veicoli elettrici e di 4 punti in caso di sosta sui parcheggi per disabili o sul marciapiede.

Tra le norme ancora in discussione e che potrebbero sparire dalla nuova versione del Codice della Strada c'è quella relativa al divieto di fumare mentre si è alla guida a prescindere da chi è presente nel veicolo, una precedente norma infatti aveva già inserito il divieto di fumo se nell'abitacolo ci sono minori o donne incinta, in questo caso l'estensione diverrebbe totale. Parere negativo anche sull'innalzamento dei limiti di velocità a 150km/h sulle autostrade a tre corsie. A proposito, dopo l'approvazione potrebbe essere possibile l'accesso anche agli scooter 125 cc, sia in autostrada che sulle strade extraurbane.

Ma cosa ne pensano gli italiani? Secondo un sondaggio effettuato da Autoscout24 sito specializzato nella compravendita di autovetture, il 56% degli automobilisti interessati si dice favorevole, solo il 10% giudica la riforma negativamente.

Non c'è ancora una data precisa per l'entrata in vigore, il testo dovrà passare l'iter di approvazione legislativa.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.