02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Da Home Banking a Home Insurance

Polizze, la chiarezza è digitale

6 settembre 2013

È partito da settembre l’obbligo delle compagnie di rendere disponibile ai clienti la propria posizione assicurativa direttamente online all’interno del sito internet della società. È quanto stabilisce il provvedimento dell’Ivass, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, in materia di “home insurance”, che attua il decreto crescita bis all’articolo 22, comma 8 (decreto legge 18 ottobre 2012, “Ulteriori misure urgenti per la  crescita del Paese”). L’area riservata, a cui accedere con modalità protetta, può già essere richiesta dall’assicurato alla propria compagnia.

Obiettivo dichiarato la trasparenza del rapporto assicurazione-cittadino e, di conseguenza, immediatezza delle verifiche e del controllo che il cliente può esercitare sulla propria situazione assicurativa senza dover necessariamente telefonare o recarsi personalmente in filiale, con risparmio di tempi e costi anche per la società stessa.

Il cliente è servito

Un’area riservata, a cui accedere in modalità protetta, per consultare in tempo reale il prodotto sottoscritto e fare un check delle coperture in corso. Questo il contenuto minimo del servizio. Sarà inoltre possibile verificare le scadenze di premi e rate frazionate, addentrarsi nei dettagli delle garanzie, consultare il costo del riscatto della propria polizza vita o controllare le “cedole” dei prodotti assicurativi di natura finanziaria.

In aggiunta, i clienti potranno scaricare l’attestazione sullo stato del rischio per la polizza Rc auto, che di solito viene inviata in formato cartaceo a casa o dalle compagnie che operano online per email.

Questi i contenuti minimi, ma le imprese potranno ampliare il database cliente e permettere l’accesso ad altre informazioni di archivio personali o aggiungere servizi ulteriori come richieste di rimborso, pagamento del premio assicurativo, modifica dei propri dati. Non obbligatorie ma accessorie queste funzionalità, proprio per garantire la categoria degli agenti, che ai tempi dell’approvazione della norma si erano ribellati, ed evitare che venissero tagliati fuori a vantaggio delle compagnie dirette. 

Tagliando elettronico, garantite le compagnie

Addio al contrassegno giallo sul parabrezza. Sembra che l’Ivass sia pronta ad attuare un’altra disposizione del passato governo tecnico che prevedeva la creazione del tagliando elettronico al fine di contenere le frodi sia da parte di proprietari truffaldini sia per arginare il sempre più frequente fenomeno delle false compagnie e delle polizze illegali circolanti. Dopo il via libera da parte della Sezione Consultiva del Consiglio di Stato sarà introdotta a breve questa nuova misura che si basa sulla maggiore difficoltà di falsificazione del contrassegno assicurativo rendendolo così più sicuro di quello attuale cartaceo. All’assicurato verrà consegnata una scheda con microchip (che va a sostituire il tagliando cartaceo obbligatoriamente esposto sul parabrezza) e un dispositivo elettronico per la lettura delle informazioni, in grado, tra le altre cose, di comunicare in tempo reale con la centrale operativa della compagnia assicurativa. Al contempo sarà costituita una banca dati per controllare in tempo reale le coperture assicurative basandosi sugli archivi della Motorizzazione Civile e dell’Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e un elenco dei mezzi che dall’incrocio dei dati risulteranno privi del tagliando.

Questi tagliandi digitali dovrebbero in un secondo momento poter anche essere controllati a distanza da telecamere ad hoc e autovelox.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Silvio Nobili

Foggiano, laureato in Giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma, avvocato e giornalista, da anni si occupa di questioni legate alla concorrenza, alle Autorità indipendenti e alle novità di internet. Ha lavorato nella redazione di ItaliaOggi e Capital e collaborato con numerose testate tra cui Corriere della sera Magazine, Mf/MilanoFinanza, AffariItaliani.it, ClassCnbc tv, l'Agenzia di stampa Italpress.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.