02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Crollo del mercato dell'auto: occorre una strategia per il futuro

In crescita la vendita di auto elettriche

6 aprile 2020
Crollo del mercato dell'auto: occorre una strategia per il futuro

Stiamo vivendo una crisi senza precedenza, sanitaria innanzitutto ma già si avverte pesantemente quella economica, che secondo gli analisti non se ne andrà in fretta. Tra i tanti settori che in questo periodo vedono crollare i loro mercati, uno già in forte sofferenza è quello dell'auto, di cui spesso ci occupiamo in queste pagine.

Secondo le analisi Unrae, Unione Nazionale Rappresentanti Veicoli Esteri, ci troviamo in una situazione senza precedenti con il crollo delle immatricolazioni per il mese di marzo in Italia pari a -85% rispetto all'anno scorso. C'era da aspettarselo, in fondo chi comprerebbe oggi un'auto? Non solo per la condizione di isolamento a cui la maggior parte degli italiani è relegata, ma soprattutto per i timori con cui si guarda al futuro. Acquistare un'auto, fatto salvo per i pochi che hanno forti disponibilità economiche, è sempre una scommessa, un gesto di ottimismo: “Potrò pagare le rate” e soprattutto “la mia vita migliorerà con questo acquisto”. A complicare le cose, la circostanza che questo atteso crollo si innesta in un momento di calo strutturale: il primo bimestre dell'anno aveva visto un calo del 7,3% e il Coronavirus non si era ancora visto fuori dalla Cina.

Già l'Acea pochi giorni fa aveva lanciato l'allarme, l'Associazione europea di produttori di automobili stima che il comparto dia lavoro in Europa a 13,8 milioni di persone, (il 6,1% di tutti i posti di lavoro nell'Ue), tanti di questi posti di lavoro ora sono a rischio, senza contare le ricadute dirette sull'economia visto che i veicoli a motore rappresentano 428 miliardi di euro di tasse solo nei paesi dell’UE-15 grazie al giro d'affari generato. Un fatturato che rappresenta oltre il 7% del Pil europeo.

Le brutte notizie non finiscono qui. Anche il mercato dell'usato sta vivendo una contrazione simile con un -59,5% a marzo 2020 rispetto a marzo 2019, dato riportato nell'ultimo bollettino mensile "Auto-trend", l'analisi statistica realizzata dall'Automobile Club d'Italia sui dati del Pra.

Insomma, siamo forse davanti a un terremoto del mondo dell'auto, sicuramente a una crisi senza precedenti. Eppure, c'è un dato che può accendere una piccola speranza. In controtendenza rispetto a tutti gli indici in picchiata, l'unico dato positivo è quello delle vendite delle auto elettriche che a marzo registra una crescita del 47% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Chiaramente si tratta di numeri molto bassi in termini assoluti che però ci può portare a ragionare sulla prospettiva che si apre nel futuro. Di fronte a questa crisi senza precedenti saranno necessari aiuti pubblici a livello nazionale ed europeo, oltre a una mobilitazione e collaborazione mondiale (per esempio sui dazi).

Perché dunque non approfittare di questa situazione tragica per orientare le scelte dei produttori e dei consumatori verso un futuro più sostenibile? Sfruttare l'enorme mole di denaro pubblico che sarà immessa nell'economia nei prossimi anni non solo per far ripartire il commercio mondiale, ma per guidarlo verso un futuro ecologico. L'aggiornamento delle infrastrutture, necessario per la transizione verso l'elettrico, può essere esso stesso un altro volano di sviluppo grazie agli investimenti per ammodernare la rete dei rifornimenti. Non sarà certamente facile ed è difficile pensarci in un momento di profonda difficoltà come questo, ma per raggiungere un obbiettivo, per quanto lontano, la mira va presa fin dal principio.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.