02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Cosa cambia con la fusione tra FCA e PSA

Previsti ricavi di quasi 170 miliardi di euro

23 dicembre 2019
Cosa cambia con la fusione tra FCA e PSA

Dopo il via libera dei board di entrambi i gruppi di automobili Fiat-Chrisler e Peugeot-Citroen la fusione è praticamente cosa fatta e gli esperti si chiedono cosa cambierà per il mercato dell'auto. L'aspetto che più appassiona gli amanti dell'auto è quello riguardante gli investimenti in nuove tecnologie, l'unico che potrebbe avere ricadute su tutti gli automobilisti.

Ma vediamo per ordine cosa succederà. La fusione che si concretizzerà nei prossimi 12-15 mesi porterà alla creazione di un nuovo gruppo che sarà il quarto costruttore al mondo o il terzo se si guarda al fatturato. La nuova sede del gruppo sarà in Olanda e sarà una realtà da quasi 9 milioni di veicoli, con ricavi di quasi 170 miliardi di euro, un utile operativo corrente di oltre 11 miliardi e un margine operativo del 6,6%.

Anzitutto le due aziende guardano ai risparmi che si potranno conseguire, o generare sinergie come si usa dire nel linguaggio moderno. Risparmi "associati alle tecnologie, ai prodotti e alle piattaforme" rappresenteranno "il 40% circa dei 3,7 miliardi di euro di sinergie annuali a regime, mentre quelli relativi agli acquisti - che beneficeranno principalmente delle economie di scala e degli allineamenti al miglior prezzo - rappresenteranno un ulteriore 40%", spiegano le società. La parte restante di tagli alle spese verrà da marketing, amministrazione, spese generali, anche se i manager confermano l'impegno a non chiudere stabilimenti produttivi.

Dal punto di vista geografico delle vendite le due entità dovrebbero bilanciarsi: Peugeot è più forte in Europa, ma carente nel Nord America, esattamente l'opposto di FCA. I vertici dei gruppi sperano così di rinforzare i punti deboli sfruttando i canali di vendita collaudati.

La struttura patrimoniale del nuovo Gruppo PSA-FCA avrà flessibilità finanziaria e margini per investire in nuove tecnologie. Gli investimenti FCA-PSA punteranno a piattaforme di veicoli, famiglie di motori e nuove tecnologie. “Oltre due terzi dei volumi a regime sarà concentrato su 2 piattaforme, con volumi annuali di circa 3 milioni di veicoli sia sulla piattaforma small che su quella compact/mid-size” sono le info ufficiali preliminari da FCA e PSA.

Insomma, la speranza è che grazie alla maggior forza economica che i due attori insieme potranno schierare si riuscirà a fare dei passi avanti più spediti nell'ambito della ricerca e dell'innovazione per veicoli sempre più ecosostenibili e performanti.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.