02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Assicurazione del condominio: proteggersi dai danni a terzi

Le assicurazioni per i condomini

12 giugno 2017
Assicurazione del condominio: proteggersi dai danni a terzi

Poche spese sono indigeste come quelle del condomino. Per moltii lo sono talmente tanto che finiscono per non pagarle affatto, basta farsi una chiacchierata con qualche amministratore condominiale: la sua prima preoccupazione sono certamente i condòmini morosi.

Eppure si tratta di un principio importante, si dividono le spese relative alle parti comuni in modo da risparmiare tutti. Tra queste spese rientra anche un'assicurazione? Il nostro ordinamento non prevede alcuna obbligatorietà, tuttavia il regolamento condominiale può rendere obbligatoria la Polizza Globale Fabbricati. Ad ogni modo, anche nei casi in cui l’assicurazione sia facoltativa, è sempre consigliabile tutelare e assicurare il condominio.

Per dare il via libera occorre che sia l'assemblea a decidere: l'amministratore non ha infatti il potere di stipulare il contratto assicurativo se non a seguito di delibera autorizzativa dell'assemblea di condominio, approvata con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio.

Una polizza assicurativa tutela i condomini dalle conseguenze economiche patite da eventuali danneggiati: una tegola in testa, un calcinaccio su un’auto, un gradino scivoloso, una buca aperta sull’asfalto del cortile condominiale, ecc.

Quando avviene un sinistro riconducibile al condominio, questo risponderà con i fondi che ha a disposizione e rifacendosi poi sui singoli condòmini, questi sono obbligati in solido a risarcire e, se inadempienti, potrebbero subire anche un pignoramento sui propri beni.

In più la Polizza Globale Fabbricati può essere stipulata dal condominio al fine di proteggere e risarcire sia i danni per le parti comuni dell’edificio sia i danni per le abitazioni private, oltre che tutti quei danni causati dal fabbricato alle proprietà o a terze persone.

Quando si decide di procedere su questa strada è importante verificare i massimali. Affinché la polizza risulti realmente efficace, i massimali devono essere capaci di coprire anche i casi più gravi, come può essere la morte di una persona.

Trattandosi di parti comuni è bene precisare che quasi tutte le compagnie assicurative inseriscono una clausola ben precisa: non coprono i danni causati da negligenza, incuria o disattenzione.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »