02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Agenti e plurimandato

L’antitrust chiede chiarezza sul plurimandato

29 luglio 2013

Ancora lontano l’addio al mandato esclusivo per gli agenti. Seppure le liberalizzazioni degli ultimi anni abbiano spinto e poi obbligato gli agenti a trasformarsi in “plurimandatari” per diverse compagnie, cioè a proporre al cliente diverse offerte di diverse società, il mercato resta ancorato al passato.

L'Antitrust ha allora deciso di avviare lo scorso mese un’istruttoria, i cui esiti si conosceranno entro un anno, per verificare se i principali otto gruppi assicurativi del Paese, che rappresentano l' 80% della raccolta premi nel ramo danni e nella rc auto, abbiano posto in essere altrettante “intese verticali” finalizzate a ostacolare l'esercizio del plurimandato da parte degli agenti e idonee nel loro insieme a restringere la concorrenza. 

Se il cliente subisce l’ “effetto gelato”…

Cosa c’entra un gelato con le assicurazioni? Avete presente i frigoriferi in cui i bar conservano il gelato della vostra marca preferita? Bene. Un tempo, i produttori di gelato che offrivano agli esercenti il frigo dove conservarli, al contempo vietavano di riempirlo con prodotti di marche diverse. In questo modo, obbligavano, seppure indirettamente, a offrire solo il proprio prodotto sbarrando la strada alla concorrenza.

La stessa cosa starebbe accadendo nel mercato assicurativo: le compagnie avrebbero messo in atto una serie di pratiche, anche a livello contrattuale, per disincentivare appunto il plurimandato, ad esempio facendo pressioni sui canoni dell’affitto dei locali o sul calcolo delle provvigioni. Ogni assicurazione si sarebbe mossa sul proprio canale di agenti, ma in questo modo… addio alla competizione nel settore.

Queste clausole, sotto la lente dell' Antitrust, potrebbero aver creato patti di non concorrenza, diretti o indiretti, potenzialmente idonei a imporre agli agenti di non vendere prodotti assicurativi in competizione con quelli oggetto del contratto di agenzia.

La Commissione in aiuto dei residenti all’estero

A stretto giro dalle dichiarazioni dell’Antitrust, la Commissione europea sembra stia avviando un’indagine sui prezzi in Italia. Sotto accusa la trasparenza nel meccanismo di calcolo e determinazione delle tariffe, che, stando a quanto affermato da alcune associazioni dei consumatori, in 18 anni (1994-2012) sarebbero cresciuti di tre volte passando da 391 euro del a 1.350 euro. Così, anche per il 2013, nonostante un mercato automobilistico asfittico, sono previsti ulteriori ritocchi di 35 euro che faranno salire ancora il premio di una polizza.

Per i suoi 20 anni la Commissione Ue si “regala” una verifica agli ostacoli che ci sono nel commercio tra paesi membri. Perciò, è arrivato il momento dell’esame dei prodotti assicurativi offerti in Europa, di difficile comparazione e con differenti clausole contrattuali.

Sono soltanto lo 0,6% le assicurazioni auto scambiate e circa il 2% le altre. Il problema è del singolo, perché spesso per lavoro si trasferisce in un altro paese, ma è costretto a sottoscrivere una nuova polizza. Un mercato europeo ben lontano dall’essere “unico” per davvero...

Altra difficoltà e farsi riconoscere i diritti acquisiti nel quadro di un piano pensionistico privato sottoscritto nel paese di provenienza. È prevista allora la nascita un gruppo di saggi (compagnie assicurative, rappresentanti dei consumatori, professionisti del diritto) che dovrà trovare il bandolo della matassa sul diritto dei contratti di assicurazione e inquadrare i mercati maggiormente in sofferenza. Due i filoni: assicurazione auto e viaggi, che i consumatori e le imprese hanno maggiore tendenza a sottoscrivere o a utilizzare a livello transfrontaliero, e polizze vita, che viene utilizzata anche come previdenza integrativa. Risultati attesi a fine anno.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Silvio Nobili

Foggiano, laureato in Giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma, avvocato e giornalista, da anni si occupa di questioni legate alla concorrenza, alle Autorità indipendenti e alle novità di internet. Ha lavorato nella redazione di ItaliaOggi e Capital e collaborato con numerose testate tra cui Corriere della sera Magazine, Mf/MilanoFinanza, AffariItaliani.it, ClassCnbc tv, l'Agenzia di stampa Italpress.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.