Mercato auto ancora in crisi: -19,7% a gennaio

Le auto elettriche e ibride, però, continuano a guadagnare terreno

31 gennaio 2022
Mercato auto ancora in crisi: -19,7% a gennaio

Il mercato dell’auto sembra ormai essere finito in una spirale depressiva da cui fa fatica a uscire.  A gennaio sono state immatricolate in Italia 107.814 autovetture con un calo del 19,7% su gennaio 2021 e del 34,8% su gennaio 2019, cioè sul dato precedente la pandemia.

Può essere che nei prossimi mesi avvenga un cambio di rotta, ma se il trend dovesse rimanere lo stesso e proiettando il dato di gennaio su tutto il 2022, a fine anno ci ritroveremmo con un tonfo del 17,8% sul 2021.

Il pil cresce, ma l’auto resta indietro

La principale incongruenza del dato di gennaio sul mercato auto è data dal fatto che il Pil invece continua a crescere. Il salto in avanti del Pil nel 2021 (+6,5%) aveva segnato un momento di euforia, ma la contrazione delle quattro ruote rischia di spegnere presto gli entusiasmi.

Il mercato auto infatti vale il 12% del Pil circa e se questo continua a scendere anche le ripercussioni sulla crescita nazionale si faranno sentire. Insomma tra l’inflazione galoppante e l’aumento del costo delle materie prime, si rischia di soffocare sul nascere le speranze di rilancio dell’economia nazionale.

Ora tutti guardano al governo, che è chiamato a intervenire. Anche su questo fronte è difficile pensare a interventi radicali. Sul tavolo dell’esecutivo si stanno impilando diversi fascicoli e richieste di aiuto sia da parte delle industrie che dei cittadini ed è probabile che si decida di intervenire subito sul caro bollette.

Cresce la scelta green

Andando a guardare i dati nel dettaglio vediamo come le auto elettriche e ibride continuano a guadagnare terreno. Le immatricolazioni di auto nuove a gennaio 2022 confermano la contrazione delle vendite a Benzina (-39,1% e 27,4% in quota), mentre le Diesel si riducono del 44,2% (sono il 18,5% in volumi), rispetto al primo mese del 2021.

Le immatricolazioni delle auto ad alimentazione alternativa invece sono il 54,1% del mercato di gennaio e crescono del +16,8%. Le preferenze maggiori vanno alle ibride plug in (ricaricabili) +50,3%, seguite dalle elettriche (+45,7%) e dalle ibride non ricaricabili (+14,6%).

Le perplessità sull’elettrico

Chissà che il calo del mercato auto non vada imputato almeno in parte ad alcune delle perplessità avanzate nell’ultimo periodo sulla transizione elettrica da parte di attori importanti.

L’Amministratore Delegato di Stellantis, Carlos Tavares, al Corriere della Sera aveva sparato a zero sull’elettrificazione definendola anzitutto una scelta calata dall’alto: “una tecnologia scelta dai politici, non dall’industria. C’erano modi più economici e veloci di ridurre le emissioni”, aggiungendo che si tratta di una “brutalità che crea rischi sociali”. Secondo Tavares, infatti, con i costi di un’auto elettrica più alti del 50% rispetto a una tradizionale, si rischia “di perdere la classe media, che non potrà più comprare auto”.

Chissà se il calo nella vendita di vetture è imputabile almeno in parte a questo cortocircuito tra necessità di una transizione sostenibile e difficoltà delle famiglie a spendere somme maggiori per la propria vettura.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO