02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Inquinamento e sicurezza: il problema degli autobus

L'80,4% è stato immatricolato prima del 2012

21 ottobre 2019
Inquinamento e sicurezza: il problema degli autobus

Sul tema emissioni, si punta sempre il dito sulle automobili (soprattutto a diesel) e ci si dimentica degli autobus. Una notizia passata un po' in sordina in questi giorni riguarda uno studio del Centro Ricerche Continetal Autocarro su dati Aci che ha analizzato il parco circolante in Italia sotto questo, spesso trascurato, punto di vista. I risultati sono disarmanti: nel nostro Paese l'età media degli autobus presenti sulle nostre strade è di 11,4 anni, contro una media di 7,5 in Europa. Non basta: l'80,4% di questo tipo di mezzi sono stati immatricolati prima del 2012, con un misero 19,6% negli ultimi sei anni.

Seppur si parli di un numero abbastanza basso di veicoli complessivi (che l'Aci calcola in più di 100 mila), resta pur sempre un problema di grossa portata, che va di pari passo alle dimensioni di questi mezzi. Le emissioni inquinanti rilasciate nell'atmosfera da questi pachidermi delle strade non sono comunque paragonabili a quelle delle automobili (circa 40 milioni), per cui è giusto concentrare gli sforzi su questa voce ben più incisiva, ma, dati i parametri stringenti che in Italia ci siamo imposti di raggiungere in termini di emissioni, bisognerebbe prendere atto di un ambito in cui si possono ottenere buoni risultati.

Le differenze regionali poi sono ancora più indicative con aree in cui il parco autobus immatricolati prima del 2012 supera o sfiora il 90% (Sardegna, Calabria, Basilicata, Campania, Sicilia, Molise e Umbria); persino le regioni più virtuose come il Trentino-Alto Adige, la Valle D'Aosta, il Friuli e la Lombardia sono tra il 60 e il 72% di mezzi immatricolati prima del 2012.

Oltre all'impatto atmosferico c'è da considerare anche la sicurezza: ogni nuovo veicolo garantisce standard più elevati e, quando si parla di mezzi pesanti che possono trasportare decine di persone, questo argomento diventa fondamentale.

La maggior parte degli autobus sulle nostre strade sono quelli che fanno capo al servizio pubblico di trasporto, un settore, in teoria, dove ci si aspetterebbe una pronta risposta delle istituzioni. La realtà è che spesso le municipalizzate del settore versano in condizioni di grave dissesto con il risultato che il ricambio di mezzi è praticamente una pia illusione. Al momento è attivo un piano strategico nazionale della mobilità sostenibile per il rinnovo del parco autobus con mezzi a basso impatto e questo prevede lo stanziamento di 3,7 miliardi di euro nel periodo 2019-2033. Non proprio quella che si dice una rivoluzione.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.