Dichiarazione dei redditi, la polizza auto è detraibile?

Si possono detrarre i costi dell' RC auto?

9 May 2016
Dichiarazione dei redditi, la polizza auto è detraibile?

Brutte notizie per gli automobilisti italiani. Purtroppo la polizza auto non è detraibile in fase di dichiarazione dei redditi. Fino al 2014 era possibile detrarre la quota relativa al contributo per il Servizio Sanitario Nazionale (circa il 10% della polizza RC Auto), i più attenti dunque si saranno accorti che già nel 730 dell'anno scorso questa opzione non era più valida a causa del decreto legge n. 102 del 2014 che ha eliminato la possibilità di dedurre Irpef, Ires e Irap dal contributo al SSN.

L'articolo (purtroppo ancora in vigore) dice:

A decorrere dal periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2014, il contributo previsto nell’articolo 334 del codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, è indeducibile ai fini delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive. A decorrere dal medesimo periodo d’imposta cessa l’applicazione delle disposizioni del comma 76 dell’articolo 4 della legge 28 giugno 2012, n. 92.

Ci sono altre spese assicurative che possiamo scaricare? La risposta è sì. Purtroppo non riguardano auto e moto, ma solo polizze vita e solo in caso in cui prevedano il caso di morte e l'invalidità permanente superiore al 5% qualunque sia l'evento da cui nasce la non autosufficienza generica. Le sogli massime da scaricare, fissate per il 2016 sono pari a 530 euro per le polizze vita (che prevedono il caso di morte) e di un tetto massimo di 1.291,14 euro per le polizze a copertura rischio invalidità.

Questo è valido almeno per le polizze stipulate dopo il 1° gennaio 2001, tutte le altre polizze stipulate prima di questa data invece il diritto alla detrazione del 19% di quanto pagato è condizionato da una serie di requisiti. Necessario che la durata del contratto sia di almeno 5 anni e che non sia previsto tra le clausole l’erogazione di prestiti sul già versato, sotto forma di anticipo. In questo caso non ci sono vincoli sulla tipologia ed è qui che può rientrare in gioco la polizza auto.

Se infatti tra le clausole abbiamo aggiunto la tutela del conducente (non è prevista nella RC Auto base) allora questa parte è possibile detrarla.

Facciamo dunque attenzione per riuscire a risparmiare dove possibile con un'ultima raccomandazione: già dall'anno scorso è possibile utilizzare il 730 precompilato online, ma attenzione, non sempre ciò che l'Agenzia delle Entrate ha inserito è corretto e completo, non abbiate dunque paura di modificarlo.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO