Turismo, traffico aereo torna ai livelli pre-pandemia

Prevale il segmento internazionale

12 June 2023
Turismo, traffico aereo torna ai livelli pre-pandemia

Il traffico aereo torna ai livelli pre-Covid. Lo attestano i numeri diffusi da Assaeroporti, l’associazione che fa capo a Confindustria e che rappresenta 27 società di gestione aeroportuale per 36 scali, secondo cui nel mese di aprile sono transitati 16,5 milioni di passeggeri, superando del 2,5% i volumi dello stesso mese del 2019. Si tratta di un risultato importante sul fronte del turismo.

Bene anche il traffico internazionale

Il segmento internazionale rappresenta oltre due terzi dei passeggeri totali: circa 10,7 milioni di persone provenienti dall’estero con una crescita del 30% rispetto al 2022 e quasi alla pari rispetto al 2019 (-1,6%). Con 5,8 milioni di viaggiatori il segmento nazionale ha superato dell’11% i volumi del 2019.

Anche guardando ai dati dall’inizio dell’anno si può parlare di uno stabile recupero rispetto a prima della pandemia: il traffico registrato nel primo quadrimestre del 2023 è pari a 52,3 milioni di passeggeri, ovvero il 97,6% dei livelli del 2019.

Turismo ed economia

Il turismo vale il 13% del Pil nazionale. Un dato enorme che descrive da solo l’importanza del settore per l’intera economia. Il turismo internazionale è ancora più importante perché influisce direttamente sulla bilancia commerciale nazionale (gli stranieri che arrivano in Italia spendono soldi guadagnati presumibilmente in altri Paesi). Innumerevoli le imprese e i posti di lavoro legati a questo settore.

C’è da chiedersi se i numeri sarebbero stati ancora più alti senza l’ondata di inflazione che ha colpito l’economia globale. In ogni caso si guarda con speranza all’estate in cui si concentra una quota importante degli spostamenti.

L’importanza dell’assicurazione

Uno degli effetti che ha avuto il Covid è stato quello di accendere un riflettore sull’importanza dell’assicurazione viaggio. Se prima era uno strumento che si pensava riservato a viaggi in Paesi con un sistema sanitario privato come gli Stati Uniti o a Paesi in via di sviluppo con una qualità dell’offerta sanitaria insufficiente, oggi sappiamo che è bene tutelarsi in ogni occasione.

Sono tanti i turisti rimasti bloccati all’estero per aver contratto il Covid durante la vacanza e che hanno dovuto far fronte alle spese extra di tasca propria. Se il Covid ormai sembra superato sono tanti gli imprevisti che possono capitare, prima di partire dunque è sempre consigliabile stipulare un’assicurazione. Spesso queste hanno costi molto contenuti (dipende dal Paese di destinazione) e con pochi euro possiamo goderci tutta la serenità delle vacanze così tanto agognate nei periodi più bui della pandemia.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO