RC Auto, novità e sconti dal ddl concorrenza

Cosa prevede il DL modificato

7 September 2015
RC Auto, novità e sconti dal ddl concorrenza

Forse non è il caso di festeggiare con la bottiglia più pregiata della cantina, ma qualche buona notizia sul fronte RC Auto sta arrivando. A portarle è il ddl concorrenza che sarà discusso in Parlamento il 21 settembre e che ha ricevuto finalmente il via libera dalle commissioni Finanza e Attività Produttive della Camera.

Nel disegno di legge ci sono norme che riguardano i notai, gli avvocati e le farmacie, ma per quanto ci riguarda concentriamoci sulla parte dedicata all'assicurazione auto. Il primo e più importante provvedimento riguarda la scatola nera. Se ne parla da tanto, ma i dubbi sollevati nei mesi scorsi avevano fatto temere un dietro front, questo per fortuna non c'è stato e quindi, se il ddl dovesse diventare legge, gli sconti previsti per chi volesse installare questo dispositivo diventeranno effettivi. Il testo parla di “sconti significativi” visto che l'apparecchio permetterebbe di ricostruire la dinamica di un eventuale incidente, ma non ne specifica l'entità. Scioglie perlomeno il dubbio su chi ricada il costo dell'installazione che dovrebbe essere a carico della compagnia. Con ragionamento analogo, sono previsti ulteriori sconti a chi dota l'auto del rilevatore di tasso alcolemico che impedisce la messa in moto del veicolo in caso si superi la soglia di legge.

Ancora sconti per gli automobilisti, questa volta legati al tipo di polizza. Chi sceglie la clausola “guida esclusiva” avrà diritto a pagare meno, di contro l'intestatario si impegna a non prestare mai la macchina.

Un'altra norma che renderà felici gli automobilisti riguarda la residenza: la disparità di trattamento dettata unicamente dalla città dove si abita sarà ammorbidita. Per chi non ha avuto incidenti negli ultimi 5 anni sarà possibile accedere a una tariffa ridotta calcolata sulla media delle regioni a prescindere dal luogo di residenza.

Sull'altro fronte, quello delle compagnie assicurative, il legislatore propone di inasprire le multe (fino a 40mila euro) per le compagnie che non rispettano le nuove norme con gli sconti descritti e per le compagnie che rifiutano di contrarre o rinnovare la polizza a un cliente (fino a 15mila euro). L’automobilista ha infatti diritto a essere sempre coperto a patto di fornire informazioni veritiere sul proprio profilo di rischio.

Scompaiono invece le disposizioni riguardanti la possibilità di inserire nelle polizze l’obbligo di riparare l’auto presso i carrozzieri convenzionati in cambio di uno sconto sulla polizza, una norma ritenuta poco rispettosa della libera concorrenza.

Nel complesso il testo che arriva alla Camera può rivelarsi un punto di svolta per risparmiare sulle assicurazioni, a patto che venga approvato nella sua forma attuale. Seguiremo ovviamente gli sviluppi e vi terremo aggiornati, le prossime novità su questo tema sono attese per l'ultima settimana di settembre.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO