Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve

Cos'è la Carta Verde Assicurazione Auto

Cosa c'è di meglio di programmare un bel viaggio in auto in una capitale straniera? Partendo in auto si ha la certezza di potersi spostare senza vincoli e in totale autonomia. Però, forse non tutti sanno che alcuni paesi richiedono che, dal punto di vista assicurativo, sia presenta la Carta Verde o quello che comunemente viene chiamato Foglio Verde. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cos'è la Carta Verde

Si tratta di un documento fondamentale per chi si reca all'estero in quanto rappresenta il certificato internazionale di assicurazione che garantisce la copertura in caso di danni provocati da piccoli incidenti quando si è alla guida in un paese straniero. Nel momento in cui si è muniti della Carta Verde si può entrare in totale spensieratezza nel paese di destinazione poiché si ha la totale copertura assicurativa per quanto riguarda la responsabilità civile obbligatoria. In pratica, il possesso di questo documento trasferisce la copertura assicurativa in un paese diverso da quello in cui la polizza è stata sottoscritta. Sul documento ovviamente sono riportati tutti gli estremi della assicurazione auto e ogni ulteriore dato necessario a identificare il veicolo e il proprietario dello stesso. Il documento deve il nome al colore tipico che fino al 2020 lo ha caratterizzato. A partire dall’1/07/2020, però, il certificato viene stampato in bianco e nero e da un solo lato non alterando in alcun caso e in alcuno Stato la propria validità.

Quando serve la Carta Verde?

La Carta Verde serve ogni volta che ci si reca al di fuori dei Paesi della Comunità Europea con la propria auto. Infatti, all’interno dell’Unione Europea è sufficiente avere una normale assicurazione auto per circolarvi liberamente. I Paesi che richiedono obbligatoriamente il possesso della Carta Verde per circolare in auto sono i seguenti:

Albania Azerbaigian Bielorussia
Moldavia Montenegro Repubblica di Nord Macedonia
Tunisia Turchia Ucraina
Israele Marocco Russia
Iran Montenegro  

Dove non serve la Carta Verde

Come già anticipato, il Foglio Verde non serve all’interno della zona di libera circolazione, ovvero all’interno della Comunità Europea, e più precisamente nei seguenti Paesi:

Andorra Austria Belgio
Bosnia ed Erzegovina Bulgaria Cipro
Croazia Danimarca Estonia
Finlandia Francia Germania
Gran Bretagna Grecia Irlanda
Islanda Lettonia Lichtenstein
Lituania Lussemburgo Malta
Norvegia Olanda Polonia
Portogallo Repubblica Ceca Repubblica Slovacca
Romania Serbia Slovenia
Spagna Svezia Svizzera
Ungheria

La Carta Verde è obbligatoria?

La Carta Verde è obbligatoria quando si viaggia fuori dallo Spazio Economico Europeo. È dunque importante verificare prima della partenza se il Paese estero richiede o accetta il documento e, in tal caso, fare richiesta alla propria compagnia assicurativa o accertarsi di esserne già in possesso. Un’alternativa a questo documento potrebbe essere la stipula di un’assicurazione temporanea direttamente nel paese in questione, valutando i costi sicuramente più elevati rispetto al Foglio Verde.

Come richiedere la carta verde?

Richiedere la Carta Verde non richiede particolari difficoltà in quanto basterà semplicemente rivolgersi alla propria compagnia assicurativa che provvederà a rilasciare il documento gratuitamente, sotto la responsabilità dell'UCI, per poter circolare nei paesi esteri. Anzi, talune compagnie provvedono a rilasciarla contestualmente al rilascio della polizza e del certificato di assicurazione senza alcun costo aggiuntivo. La validità della Carta Verde segue quella della polizza assicurativa cui è associata. In ogni caso, prima di procedere alla richiesta, è opportuno prendere tutte le informazioni possibili sul paese che si andrà a visitare, in quanto le compagnie assicurative hanno facoltà di non comprendere uno o più paesi esteri.

A cosa serve la Carta Verde

Lo scopo per cui si è resa necessaria l'emissione di questo documento è stato quello di offrire una tutela molto estesa per chi viaggia con la propria auto all'estero e, allo stesso tempo, di facilitare il risarcimento dei danni che dovessero verificarsi in caso di sinistro. L'attuale normativa che disciplina tutte le casistiche è frutto di un accordo tra i vari Stati che hanno sancito l'istituzione di un organismo superiore che è l'ufficio nazionale di ogni stato interessato all'accordo e che ha, tra i vari compiti, anche quello di dare validità al documento. In Italia l'organismo che si occupa di questi adempimenti è l'Ufficio Centrale Italiano (UCI) e come tutti gli altri organismi degli altri stati aderenti effettua la sua attività sotto la supervisione del COB (Council Of Bureaux), con sede a Bruxelles e che oltre a funzioni di controllo esegue anche attività di coordinamento e di relazioni tra i diversi enti.

Numero Carta Verde: dove si trova?

In caso di incidente all’estero si dovrà comunicare il numero della Carta Verde alla compagnia assicurativa di riferimento. Il numero si trova nella parte alta del documento, alla voce 4: "Codice del Paese, Codice Identificativo dell’Assicuratore, Numero di Polizza e Serie” ed è composto da numeri e lettere.

Contenuti della sezione

  1. Assicurazione auto: cosa fare quando è intestata a un defunto
  2. Auto cointestata e assicurazione: come funziona?
  3. Chi paga i danni in un tamponamento a catena?
  4. Chi sono i terzi per la RC auto e che diritti hanno
  5. Come funziona e cosa copre l'assicurazione auto per la grandine
  6. Come funziona l'assicurazione per le auto aziendali?
  7. Contratto Base RC auto
  8. Controllare l'assicurazione auto tramite la targa
  9. Cos'è e come si calcola il superbollo delle auto di lusso
  10. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  11. Cosa fare in caso di sinistro
  12. Cosa fare quando ci danneggiano l'auto in un parcheggio?
  13. Cosa sono l'attestato di rischio dinamico e il codice IUR
  14. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  15. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  16. Documento Unico di Circolazione: di cosa si tratta
  17. Eccesso di velocità: limiti, sanzioni e tolleranza
  18. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  19. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  20. Guidare senza assicurazione: multa e sanzioni
  21. La differenza tra proprietario e contraente della RC auto
  22. Negoziazione assistita obbligatoria: cosa sapere
  23. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  24. Quando e perché conviene installare il satellitare auto
  25. Quando l'assicurazione auto non paga i danni?
  26. Quando l'assicurazione risarcisce il colpo di frusta?
  27. Rc Familiare: cos'è e come funziona
  28. Revisione auto: cos'è e come funziona
  29. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  30. Sanzioni per cellulare alla guida: legge e sanzioni
  31. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  32. SIC-ANIA: la banca dati delle assicurazioni veicoli
  33. Smarrimento targa auto: cosa fare e tempi di consegna
  34. Visura PRA: cos'è e come ottenerla
  35. Assicurazione a km: cosa è e come funziona?
  36. Assicurazione incidente all'estero: cosa fare
  37. Attestato di rischio o ATR
  38. Auto storiche
  39. Classe CU Conversione Universale
  40. Classe di merito: cos’è e come si calcola
  41. Come richiedere un risarcimento
  42. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  43. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  44. Cos'è una polizza
  45. Cosa fare in caso di furto
  46. Cosa fare in caso di incidente
  47. Cos’è e come funziona il bonus malus
  48. Documenti da tenere in auto: quali sono obbligatori?
  49. Esclusione e rivalsa
  50. Eventi atmosferici
  51. Franchigia assoluta
  52. Franchigia relativa
  53. Il massimale di una polizza assicurativa
  54. Il tagliando auto o contrassegno
  55. Incidente con veicoli esteri
  56. Kasko a primo rischio
  57. Kasko a secondo rischio
  58. Kasko a valore intero
  59. La franchigia nelle assicurazioni
  60. La legge sulla RCA
  61. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  62. Lo scoperto assicurativo
  63. Polizza Mini Kasko
  64. Premio assicurativo
  65. Prima di assicurarsi
  66. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  67. Riattivare una polizza
  68. Rinuncia alla rivalsa
  69. Sospensione Polizza Auto: cos’è e come funziona
  70. Assicurazione auto a rate: come funziona
  71. Assicurazione auto giornaliera: come funziona e quanto costa
  72. Assicurazione auto elettrica: cosa sapere
  73. Assicurazione cointestata: come funziona e vantaggi
  74. Assicurazione auto disabili: come accedere alle agevolazioni
  75. Assicurazione per neopatentati: come funziona e come risparmiare
  76. Come immatricolare un'auto nuova
  77. Codice della strada 2020: cosa è cambiato
  78. Come compilare il CID
  79. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  80. Come rinnovare la patente
  81. Cambio gomme: quando e come va effettuato
  82. Bollo auto: calcolo, scadenza e pagamento
  83. Bollo auto ibride ed elettriche: cos'è e quali sono le agevolazioni

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO