02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione auto a rate: come funziona

Assicurazione auto a rate anche senza busta paga

L’ assicurazione auto a rate mensili è una forma innovativa di pagamento della RCA introdotta per venire incontro alle esigenze di alcuni consumatori, che consente la rateizzazione del pagamento del premio annuale spalmandolo sui dodici mesi, per evitare un ingente esborso di liquidità in una soluzione unica. La polizza a rate prevede in genere che il cliente paghi gli importi prestabiliti, compresi di eventuali costi e interessi, direttamente al finanziatore, che poi provvede a sua volta a remunerare l’assicurazione. In genere queste società finanziarie hanno sottoscritto delle convenzioni con le compagnie assicurative, o sono di proprietà delle stesse.

Rammentiamo che la RCA (Responsabilità Civile Auto) è una copertura assicurativa obbligatoria prevista per legge: il codice della strada prescrive per i veicoli a motore senza guida di rotaie la sottoscrizione di una copertura assicurativa atta a risarcire eventuali danni provocati a terzi o cose. L’importo può variare a seconda di alcuni fattori: 

  • età ed esperienza del conducente
  • classe di merito di appartenenza del conducente
  • tipologia e cilindrata del veicolo
  • area geografica di utilizzo del veicolo

Negli ultimi lustri i costi i tale copertura assicurativa per i cittadini sono lievitati, e ciò ha portato all'allettante possibilità di effettuare il pagamento in rate mensile invece che in un’unica soluzione annuale.

I vantaggi di una polizza auto a rate

Il vantaggio evidente è diluire la spesa, in modo che essa non pesi su una singola data in cui, senza aver precedentemente accantonato una buona percentuale del denaro necessario, può risultare disagevole se non estremamente costoso far fronte all’esborso. Se, come avviene per alcune compagnie, la stipula prevede un tasso zero, massimizzeremo i benefici di tale soluzione.

D’altra parte, a fronte della dilazione nel pagamento, in molti altri casi dovremo remunerare il finanziamento ricevuto con un tasso di interesse. Il tasso chiaramente può variare a seconda della finanziaria che lo concede; in questo momento, essendo il costo del denaro ai minimi storici, non si tratta di un aggravio pesante, tuttavia lo scenario dei mercati è in continua evoluzione e un rialzo dei tassi potrebbe essere alle porte (con un conseguente aumento dell’incidenza dell’interesse sulla rata mensile). La soluzione ideale sarebbe redigere un budgeting di spese mensile,e risparmiare la somma necessaria autonomamente, evitando costi aggiuntivi; tuttavia questa soluzione richiede molta disciplina e presenta il rischio di presentarsi alla scadenza senza fondi sufficienti. Un altro fattore da tenere in considerazione riguarda ovviamente le nostre capacità di rimborso e l’impatto delle rate sul nostro bilancio mensile. Come in tutti i casi nei quali si richiede un finanziamento, un’accurata analisi preliminare di spese fisse e variabili, eventuali spese impreviste, mantenimento o miglioramento della situazione reddituale nel breve – medio periodo, si rivela fondamentale per una giusta e serena decisione. A questo proposito precisiamo che non è affatto obbligatorio pagare la rata mensilmente: numerosissime finanziarie offrono l’opportunità di saldare l’importo con diversi intervalli mensili.Potremo dunque scegliere la soluzione migliore a seconda delle nostre esigenze monetarie, optando per una rata bimestrale, trimestrale, quadrimestrale o addirittura semestrale (anche se questa possibilità rappresenta una dilazione minima rispetto al classico pagamento annuale).

Come stipulare l'assicurazione rateale

La stipula dell’assicurazione auto a rate mensili come abbiamo precedentemente illustrato attiene all’erogazione di un vero e proprio prestito, di conseguenza le società erogatrici si focalizzano sulle garanzie atte ad assicurare la restituzione. Le più richiese sono: busta paga e dichiarazione dei redditi. Molto più rara, visto che si tratta di importi non elevati in valore assoluto, la richiesta di fideiussioni. Attualmente si sta comunque diffondendo anche il fenomeno della RCA a rate senza busta paga. Per chi non ha un reddito fisso o dimostrabile, questa chance non è da trascurare e le possibilità di successo attengono ad alcune casistiche che andiamo di seguito ad elencarvi.

1) Cliente altamente fidelizzato da parte della compagnia assicurativa che fa quindi da garante per lo stesso, grazie al rapporto di fiducia consolidato nel tempo ed all’affidabilità dimostrata nel lungo periodo dal cliente stesso.

2) Stipula di polizze con istituti di credito che per ovvie ragioni hanno un’ottima conoscenza delle reali capacità reddituali del soggetto e/o della liquidità in suo effettivo possesso.

3) Rilascio di altre forme di garanzia (comunque più impegnative di un semplice documento reddituale). Dunque stipulare una assicurazione a auto a rate anche senza busta paga è tutt’altro che impossibile e, in ogni caso, tentar non nuoce.

Vota la guida:
Valutazione media: 4,6 su 5 (basata su 13 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 15/01/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Contenuti della sezione

  1. Assicurazione a km: quando conviene
  2. Assicurazione auto a rate: come funziona
  3. Assicurazione auto per un giorno: come funziona
  4. Assicurazione neopatentati: come funziona
  5. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  6. Cointestare l’auto: come funziona l’assicurazione
  7. Come compilare il CID
  8. Come immatricolare un'auto nuova
  9. Come rinnovare la patente
  10. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  11. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  12. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  13. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  14. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  15. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  16. Revisione auto: cos'è e come funziona
  17. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  18. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  19. Attestato di rischio o ATR
  20. Auto storiche
  21. Bonus-malus: come funziona
  22. Classe CU Conversione Universale
  23. Come richiedere un risarcimento
  24. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  25. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  26. Cos'è una polizza
  27. Cosa fare in caso di furto
  28. Cosa fare in caso di incidente
  29. Cosa fare in caso di sinistro
  30. Esclusione e rivalsa
  31. Eventi atmosferici
  32. Franchigia assoluta
  33. Franchigia relativa
  34. I documenti da portare sempre in auto
  35. Il massimale di una polizza assicurativa
  36. Il tagliando auto o contrassegno
  37. Incidente all'estero: cosa fare
  38. Incidente con veicoli esteri
  39. Kasko a primo rischio
  40. Kasko a secondo rischio
  41. Kasko a valore intero
  42. La classe di merito
  43. La franchigia nelle assicurazioni
  44. La legge sulla RCA
  45. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  46. Lo scoperto assicurativo
  47. Polizza Mini Kasko
  48. Premio assicurativo
  49. Prima di assicurarsi
  50. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  51. Riattivare una polizza
  52. Rinuncia alla rivalsa
  53. Sospendere una polizza

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.