Sospensione Polizza Auto: cos’è e come funziona

Non tutti gli automobilisti guidano la propria auto con la stessa frequenza per tutti i mesi dell'anno. L'assicurazione di responsabilità civile è però obbligatoria sempre. Esiste però la possibilità, per non sprecare i soldi del premio assicurativo, di sospendere la propria polizza.

Per chi sa già in anticipo che non userà la macchina per lungo tempo, è prevista infatti dalla legge italiana la possibilità di sospendere in via temporanea la propria polizza di assicurazione auto, per un periodo che va dai 3 mesi a 1 anno.

Come sospendere la polizza?

La procedura è molto semplice, ed è un diritto dell'assicurato ottenerla. La volontà di sospendere la polizza può essere comunicata alla compagnia assicurativa direttamente via internet o mandando un fax o una raccomandata con ricevuta di ritorno segnalando la propria volontà di sospendere la polizza, specificando anche che si è a conoscenza del fatto che non si può circolare in strada col veicolo assicurato quando la polizza è sospesa.

Nella lettera vanno specificate le generalità del contraente della polizza che si vuole sospendere ed anche il numero della polizza stessa. Bisogna poi aspettare la convocazione della compagnia per la consegna del tagliando. La sospensione ha infatti inizio soltanto quando si consegnano fisicamente il tagliando dell'assicurazione e l'eventuale carta verde per circolare all'estero. Questi processi burocratici hanno tempi a volte lunghi per essere portati a termine, ed è per questo motivo che, presa la decisione di sospendere la polizza, è opportuno far partire le procedure con una certa rapidità.

Requisiti per poter sospendere la polizza

Per la maggior parte delle compagnie però per ottenere la sospensione c'è la condizione che la polizza abbia soltanto 3 mesi di validità residua. In ogni caso, la sospensione richiesta alla compagnia deve essere di minimo 3 mesi, e non può superare per estensione un anno di durata. Con questa procedura, il premio Rc auto già pagato viene congelato e riprende ad essere scalato quando la polizza viene riattivata. È importante ricordare che per avviare questa procedura il cliente deve essere in regola con il pagamento del premio assicurativo.

Obblighi durante la sospensione

Durante il periodo di sospensione il veicolo non può per nessun motivo circolare su strada o anche solo essere parcheggiato in aree pubbliche. Nel caso di violazione di questi obblighi, l'assicurato potrà essere sanzionato con il sequestro del mezzo e una multa compresa tra gli 848 e i 3.396 euro. L’unica possibilità, quindi, è quella di tenere il mezzo in un garage o in un’area privata.

Limiti alla sospensione

Le compagnie assicurative che consentono la sospensione dell’assicurazione auto spesso pongono dei limiti a questa procedura. Le condizioni possono cambiare tra le diverse compagnie, perciò, è sempre consigliato leggere il contratto prima della sottoscrizione. I vincoli possono essere diversi: molte compagnie assicurative autorizzano al massimo una o due sospensioni in un anno, mentre altre non prorogano la data di scadenza per sospensioni inferiori a 30 giorni, altre ancora non accettano la richiesta di sospensione se mancano pochi mesi al termine della polizza. È inoltre Importante sapere che la polizza non può essere sospesa se il veicolo assicurato è in leasing o in finanziamento.

Come riattivare la polizza

La polizza può essere riattivata utilizzando gli stessi canali previsti per la sospensione: via internet, fax o tramite raccomandata con ricevuta di ritorno indicando la data a partire alla quale si vuole riattivare la polizza. Dopo aver comunicato la volontà di riattivare la polizza, si dovrà attendere la spedizione da parte della compagnia del nuovo certificato di assicurazione. L’interruzione momentanea di una polizza RC auto non implica necessariamente la contemporanea sospensione di eventuali garanzie accessorie, ma questo dipende dalle condizioni previste dal contratto.

Esempi e casistiche sospensione

In molte situazioni, come la rottamazione o la vendita dell’auto non è consigliato disdire in modo definitivo l’assicurazione perché così di perdono tutti i benefici accumulati negli anni. In questi casi è meglio optare per la sospensione della polizza auto. Altre circostanze in cui è possibile sospendere la Rc auto sono in caso di furto oppure se non si ha intenzione di utilizzare il proprio veicolo per un determinato periodo di tempo, come per esempio per un lungo soggiorno all’estero.

Contenuti della sezione

  1. Contratto Base RC auto
  2. Cos'è e come si calcola il superbollo delle auto di lusso
  3. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  4. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  5. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  6. Documento Unico di Circolazione: di cosa si tratta
  7. Eccesso di velocità: limiti, sanzioni e tolleranza
  8. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  9. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  10. Negoziazione assistita obbligatoria: cosa sapere
  11. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  12. Rc Familiare: cos'è e come funziona
  13. Revisione auto: cos'è e come funziona
  14. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  15. Sanzioni per cellulare alla guida: legge e sanzioni
  16. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  17. Smarrimento targa auto: cosa fare e tempi di consegna
  18. Visura PRA: cos'è e come ottenerla
  19. Assicurazione a km: cosa è e come funziona?
  20. Assicurazione incidente all'estero: cosa fare
  21. Attestato di rischio o ATR
  22. Auto storiche
  23. Classe CU Conversione Universale
  24. Classe di merito: cos’è e come si calcola
  25. Come richiedere un risarcimento
  26. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  27. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  28. Cos'è una polizza
  29. Cosa fare in caso di furto
  30. Cosa fare in caso di incidente
  31. Cosa fare in caso di sinistro
  32. Cos’è e come funziona il bonus malus
  33. Documenti da tenere in auto: quali sono obbligatori?
  34. Esclusione e rivalsa
  35. Eventi atmosferici
  36. Franchigia assoluta
  37. Franchigia relativa
  38. Il massimale di una polizza assicurativa
  39. Il tagliando auto o contrassegno
  40. Incidente con veicoli esteri
  41. Kasko a primo rischio
  42. Kasko a secondo rischio
  43. Kasko a valore intero
  44. La franchigia nelle assicurazioni
  45. La legge sulla RCA
  46. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  47. Lo scoperto assicurativo
  48. Polizza Mini Kasko
  49. Premio assicurativo
  50. Prima di assicurarsi
  51. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  52. Riattivare una polizza
  53. Rinuncia alla rivalsa
  54. Sospensione Polizza Auto: cos’è e come funziona
  55. Assicurazione auto a rate: come funziona
  56. Assicurazione auto giornaliera: come funziona e quanto costa
  57. Assicurazione auto elettrica: cosa sapere
  58. Assicurazione cointestata: come funziona e vantaggi
  59. Assicurazione auto disabili: come accedere alle agevolazioni
  60. Assicurazione per neopatentati: come funziona e come risparmiare
  61. Come immatricolare un'auto nuova
  62. Codice della strada 2020: cosa è cambiato
  63. Come compilare il CID
  64. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  65. Come rinnovare la patente
  66. Cambio gomme: quando e come va effettuato
  67. Bollo auto: calcolo, scadenza e pagamento
  68. Bollo auto ibride ed elettriche: cos'è e quali sono le agevolazioni

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO