Documento Unico di Circolazione: di cosa si tratta

Dal primo gennaio 2020, il Governo Italiano ha deciso di sperimentare il lancio del Documento Unico di Circolazione. Questo nuovo documento ha sorpreso molti che non sapevano come utilizzarlo o quale fosse il suo valore. In effetti, tale documento è estremamente importante in determinate situazioni. Per avere una panoramica più chiara su questo argomento, ecco tutto quello che occorre sapere al riguardo.

Che cos'è il Documento Unico di Circolazione?

Come prima cosa, occorre capire cos'è questo speciale documento. Il nome di questo certificato viene abbreviato comunemente con la sigla DUC. Ufficialmente, dopo la prima fase di sperimentazione, questo documento è entrato in vigore a partire dal 31 Ottobre 2020. Come si può intuire quindi, gli autoveicoli interessati dovrebbero già essere in possesso di tale certificato.

Nei dettagli, il Documento Unico di Circolazione contiene al suo interno sia il certificato di proprietà dell'automobile, che viene realizzato dall'ACI, sia la Carta di Circolazione rilasciata dalla Motorizzazione Civile. In poche parole, è un singolo formato che ingloba due dei documenti più importanti per un autoveicolo.

Nella maggior parte dei casi, se si stipula una polizza auto online, questo documento viene già incluso in formato elettronico. In particolar modo ciò avviene se si procede con un'eventuale nuova immatricolazione, quindi l'acquisto di una vettura totalmente nuova oppure in alcuni casi di passaggio di proprietà.

Ci sono comunque alcune categorie di veicoli che sono escluse da questo documento. Nella fattispecie, tutti coloro che possiedono una vettura in leasing oppure a noleggio non devono preoccuparsi di questo certificato. Per tali veicoli, non sono state redatte ancora linee guida appropriate e sono ancora validi i classici documenti cartacei. Stesso discorso anche per i veicoli pesanti adibiti a servizi di trasporto: per ora anch'essi sono esonerati dal DUC.

Qual è il valore del DUC?

A questo punto, bisogna comprendere qual è il valore del Documento Unico di Circolazione. Come accennato in precedenza, tale certificazione è obbligatoria ormai e viene inclusa nella propria polizza in modo automatico. Tuttavia, ci sono alcune operazioni che devono essere effettuate imprescindibilmente grazie a tale documento.

Ad esempio, se bisogna procedere con la demolizione di un veicolo, è necessario presentare questo documento. Allo stesso tempo, anche coloro che hanno bisogno di effettuare una mini-voltura devono essere in possesso di tale foglio. Infine, coloro che necessitano di procedere con l'esportazione di un veicolo devono munirsi del Documento Unico di Circolazione.

Ma perché questo elemento è così importante? Semplice, al suo interno sono presenti tutte le informazioni relative alla vettura e al suo proprietario. Attraverso questo semplice documento quindi, gli enti incaricati possono ottenere tutte le info disponibili e mettersi in contatto con il proprietario per effettuare i dovuti accertamenti. A livello burocratico quindi, il DUC ha un alto valore e chiunque dovrebbe usufruirne nel migliore dei modi.

Documento Unico di Circolazione e auto storiche

Le categorie di veicoli che non hanno bisogno del DUC ma possono circolare senza problemi con i documenti già in loro possesso, sono i mezzi pesanti adibiti per il trasporto e i veicoli con contratto di noleggio o leasing. Ma cosa dire di coloro che possiedono auto storiche?

Ebbene, in questo caso c'è da considerare una piccola eccezione. Si ricorda che per auto storiche si intendono tutti i veicoli che sono stati immatricolati più di 30 anni fa. Si tratta quindi di veicoli particolari, che dovrebbero essere utilizzati in casi speciali e che sicuramente non rispettano le normative vigenti in merito al rilascio di emissioni nell'aria.

Ad ogni modo, anche con questi veicoli è possibile ottenere il Documento Unico di Circolazione e presentarlo al momento opportuno. Tuttavia, bisogna anche conservare i documenti originali della vettura, evitando di gettarli via. Per questa ragione, si consiglia di conservare il certificato originale di possesso, magari creando anche una copia PDF da allegare insieme al DUC digitalizzato.

Quali sono le novità per chi usufruisce del DUC?

Essenzialmente, non ci sono molte novità per gli automobilisti. Coloro che scelgono di utilizzare questo documento oppure hanno necessità di presentarlo per le operazioni indicate in precedenza non noteranno differenze.

Certo, c'è da considerare una certa semplificazione nelle operazioni burocratiche, visto che il documento viene rilasciato in modo digitale. I tempi di attesa quindi, saranno molto più brevi rispetto a quelli da rispettare per ottenere un documento cartaceo. In più, questo nuovo documento possiede un codice QR che può essere scansionato con un dispositivo mobile. Dopo aver fatto quest'operazione, si potranno ottenere tutte le informazioni sul veicolo e sul suo proprietario, con un semplice click.

Infine, bisogna prendere in considerazione anche la variazione di prezzo per l'emissione di tale documento. Solitamente per richiedere i classici documenti per la circolazione, i prezzi da sostenere si avvicinano ai 100 euro. Invece, con il DUC, viste le ridotte pratiche burocratiche, i prezzi potranno abbassarsi in modo incredibile, arrivando addirittura a dimezzarsi. Per questa ragione, il costo da sostenere per ottenere questo documento si aggira intorno ai 60 euro.

Contenuti della sezione

  1. Contratto Base RC auto
  2. Cos'è e come si calcola il superbollo delle auto di lusso
  3. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  4. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  5. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  6. Documento Unico di Circolazione: di cosa si tratta
  7. Eccesso di velocità: limiti, sanzioni e tolleranza
  8. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  9. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  10. Negoziazione assistita obbligatoria: cosa sapere
  11. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  12. Rc Familiare: cos'è e come funziona
  13. Revisione auto: cos'è e come funziona
  14. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  15. Sanzioni per cellulare alla guida: legge e sanzioni
  16. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  17. Smarrimento targa auto: cosa fare e tempi di consegna
  18. Visura PRA: cos'è e come ottenerla
  19. Assicurazione a km: quando conviene
  20. Attestato di rischio o ATR
  21. Auto storiche
  22. Classe CU Conversione Universale
  23. Classe di merito: cos’è e come si calcola
  24. Come richiedere un risarcimento
  25. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  26. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  27. Cos'è una polizza
  28. Cosa fare in caso di furto
  29. Cosa fare in caso di incidente
  30. Cosa fare in caso di sinistro
  31. Cos’è e come funziona il bonus malus
  32. Esclusione e rivalsa
  33. Eventi atmosferici
  34. Franchigia assoluta
  35. Franchigia relativa
  36. I documenti da portare sempre in auto
  37. Il massimale di una polizza assicurativa
  38. Il tagliando auto o contrassegno
  39. Incidente all'estero: cosa fare
  40. Incidente con veicoli esteri
  41. Kasko a primo rischio
  42. Kasko a secondo rischio
  43. Kasko a valore intero
  44. La franchigia nelle assicurazioni
  45. La legge sulla RCA
  46. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  47. Lo scoperto assicurativo
  48. Polizza Mini Kasko
  49. Premio assicurativo
  50. Prima di assicurarsi
  51. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  52. Riattivare una polizza
  53. Rinuncia alla rivalsa
  54. Sospensione Polizza Auto: cos’è e come funziona
  55. Assicurazione auto a rate: come funziona
  56. Assicurazione auto giornaliera: come funziona e quanto costa
  57. Assicurazione auto elettrica: cosa sapere
  58. Assicurazione cointestata: come funziona e vantaggi
  59. Assicurazione auto disabili: come accedere alle agevolazioni
  60. Assicurazione per neopatentati: come funziona e come risparmiare
  61. Come immatricolare un'auto nuova
  62. Codice della strada 2020: cosa è cambiato
  63. Come compilare il CID
  64. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  65. Come rinnovare la patente
  66. Cambio gomme: quando e come va effettuato
  67. Bollo auto: calcolo, scadenza e pagamento
  68. Bollo auto ibride ed elettriche: cos'è e quali sono le agevolazioni

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO