Cos'è l'attestato di rischio elettronico

Come richiedere l'attestato di rischio

Tutti gli anni è dovere dell'automobilista occuparsi della propria assicurazione auto, obbligatoria e dalla durata annuale, facendo in modo di mantenere sempre i propri dati aggiornati e di effettuare i pagamenti stabiliti. Tramite il cosiddetto attestato di rischio, chi stipula la polizza assicurativa ha la possibilità di consultare i dati precisi relativi al veicolo e molti altri dettagli. È un documento che contiene l'intera storia assicurativa dell'automobilista e dell'auto assicurata, elenca tutti gli eventuali sinistri avvenuti negli ultimi cinque anni, la categoria di bonus-malus di appartenenza e molti altri dati utili per l'utente. Per la consultazione dei propri dati assicurativi, secondo l'articolo 134 del Decreto Legislativo n.209/2005, a partire dal 1 luglio 2015 è stato stabilito che l'attestato di rischio cartaceo fosse sostituito da quello elettronico. In poche parole esiste esclusivamente online.

Dato che l'attestato di rischio veniva solitamente inviato in copia all'automobilista prima di rinnovare la polizza, questo nuovo metodo online è molto più rapido, sicuro e comodo e segna una svolta significativa. All'assicurato è infatti possibile consultare l'attestato di rischio e i propri dati in qualunque momento egli voglia, tramite il sito ufficiale della compagnia assicurativa della quale è stata stipulata la polizza. La comodità del nuovo attestato di rischio elettronico non riguarda solo il singolo automobilista, ma anche le stesse compagnie assicurative. Se l'assicurato volesse infatti per qualunque motivo cambiare compagnia, non è costretto a presentare personalmente l'attestato di rischio e tutti i dati alla nuova compagnia. Quest'ultima potrà comodamente trovare l'attestato online, all'interno di una banca dati di rapida e semplice consultazione. Sono le singole compagnie assicurative che si prendono la responsabilità di raccogliere i dati degli automobilisti e di renderli a loro disponibili in un'apposita area riservata, sul loro sito ufficiale.

Dove trovare l'attestato di rischio

Dopo aver ricevuto dalle compagnie le credenziali per l'accesso, il cliente potrà consultare l'attestato di rischio ogni volta che ne sente il bisogno. Le compagnie sono inoltre in dovere di caricare l'attestato di rischio sull'area riservata del cliente almeno trenta giorni prima della scadenza della polizza e della stipula di un nuovo contratto assicurativo. In questo modo il cliente ha tutto il tempo di consultare e decidere come agire. Se dovessero riscontrarsi problemi, l'automobilista deve contattare tempestivamente la compagnia per correggere eventuali disguidi tecnici o sollecitarla a caricare il documento online. La compagnia, su richiesta del cliente, può anche fornire il documento tramite posta elettronica o tramite l'app ufficiale di ogni compagnia assicurativa. Dal sito ufficiale della compagnia è anche possibile scaricare l'attestato di rischio. Nel caso in cui l'assicurato non fosse in grado di accedere al documento elettronico o non disponesse di una connessione internet, può richiedere una copia cartacea dell'attestato di rischio alla propria compagnia assicurativa.

Dopo aver informato il cliente, la compagnia ha anche il compito di comunicare i dati di ogni automobilista all'organo responsabile dell'attestato di rischio, ossia l'ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici). L'altra associazione che si occupa dell'attestato di rischio elettronico e che gestisce la banca dati dove i documenti e i dati sono presenti e disponibili a compagnie e clienti, è l'IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni). La banca dati degli attestati di rischio è un luogo sicuro, dove i dati e le informazioni relative alle assicurazioni dei clienti sono riservati e visibili solamente a lui e agli enti competenti. Rispetto alla spedizione dell'attestato di rischio cartaceo, quello elettronico rappresenta un sistema decisamente più affidabile non solo perché è direttamente consultabile dagli interessati, ma anche perché con il sistema online si scongiurano rischi di ritardi nella spedizione, di errori o problemi tecnici. La consultazione risulta più rapida e il cliente stesso può in alcuni casi beneficiare di prezzi assicurativi più bassi poiché la dematerializzazione degli attestati di rischio permette un risparmio di carta e di denaro per ogni compagnia.

Contenuti della sezione

  1. Assicurazione a km: quando conviene
  2. Assicurazione auto a rate: come funziona
  3. Assicurazione auto disabili: come accedere alle agevolazioni
  4. Assicurazione auto elettrica: cosa sapere
  5. Assicurazione auto giornaliera: come funziona e quanto costa
  6. Assicurazione per neopatentati: come funziona e come risparmiare
  7. Bollo auto ibride ed elettriche: cos'è e quali sono le agevolazioni
  8. Bollo auto: calcolo, scadenza e pagamento
  9. Cambio gomme: quando e come va effettuato
  10. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  11. Codice della strada 2020: cosa è cambiato
  12. Cointestare l’auto: come funziona l’assicurazione
  13. Come compilare il CID
  14. Come immatricolare un'auto nuova
  15. Come rinnovare la patente
  16. Contratto Base RC auto
  17. Cos'è e come si calcola il superbollo delle auto di lusso
  18. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  19. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  20. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  21. Documento Unico di Circolazione: di cosa si tratta
  22. Eccesso di velocità: limiti, sanzioni e tolleranza
  23. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  24. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  25. Negoziazione assistita obbligatoria: cosa sapere
  26. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  27. Rc Familiare: cos'è e come funziona
  28. Revisione auto: cos'è e come funziona
  29. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  30. Sanzioni per cellulare alla guida: legge e sanzioni
  31. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  32. Smarrimento targa auto: cosa fare e tempi di consegna
  33. Visura PRA: cos'è e come ottenerla
  34. Attestato di rischio o ATR
  35. Auto storiche
  36. Bonus-malus: come funziona
  37. Classe CU Conversione Universale
  38. Come richiedere un risarcimento
  39. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  40. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  41. Cos'è una polizza
  42. Cosa fare in caso di furto
  43. Cosa fare in caso di incidente
  44. Cosa fare in caso di sinistro
  45. Esclusione e rivalsa
  46. Eventi atmosferici
  47. Franchigia assoluta
  48. Franchigia relativa
  49. I documenti da portare sempre in auto
  50. Il massimale di una polizza assicurativa
  51. Il tagliando auto o contrassegno
  52. Incidente all'estero: cosa fare
  53. Incidente con veicoli esteri
  54. Kasko a primo rischio
  55. Kasko a secondo rischio
  56. Kasko a valore intero
  57. La classe di merito
  58. La franchigia nelle assicurazioni
  59. La legge sulla RCA
  60. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  61. Lo scoperto assicurativo
  62. Polizza Mini Kasko
  63. Premio assicurativo
  64. Prima di assicurarsi
  65. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  66. Riattivare una polizza
  67. Rinuncia alla rivalsa
  68. Sospendere una polizza

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO