02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Guida assicurazioni

Esclusione e rivalsa

I limiti alla copertura di una polizza di responsabilità civile sono quei casi in cui la compagnia, dopo aver risarcito il danno, può rivalersi contro l'assicurato. In pratica, i danni contro i terzi vanno sempre rimborsati dalle polizze RCA, ma ci sono delle circostanze di grave colpa nelle quali la compagnia ha poi diritto di chiedere un rimborso a chi ha causato il danno. I casi variano da compagnia a compagnia. Alcune delle circostanze in cui le compagnie possono chiedere al proprio assicurato un rimborso per i risarcimenti effettuati comprendono conducenti non abilitati, trasporto non conforme, guida sotto l'effetto di sostanze proibite, mancanza di revisione dell'autoveicolo.

I conducenti non abilitati sono tutti quei soggetti che secondo il codice della strada non potrebbero guidare: senza patente, con la patente ritirata, con la patente sospesa, o con la patente non rinnovata. Alcune compagnie possono sottoscrivere polizze con rinuncia a questo tipo di rivalsa, previo ovviamente un sovrapprezzo nel premio.

Un altro caso per cui la compagnia può rinunciare alla rivalsa in cambio di un sovrappremio è quello del trasporto non conforme, ovvero quando sul veicolo ci sono più persone del previsto, quando è superato il suo limite di carico, quando non ci sono gli adeguati supporti al trasporto di bambini o animali.

Il caso di utilizzo di sostanze proibite prima di mettersi alla guida si riferisce all'influenza di droga o alcol. È bene ricordare che per il Codice della strada stupefacenti e sostanze psicotrope (psicofarmaci) sono la stessa cosa. Anche in questo caso si può chiedere la rinuncia alla rivalsa pagando un premio più alto. Stesso discorso per la mancata revisione del veicolo.

Esistono poi delle esclusioni o limitazioni che possono essere previste dal contratto, pur non rappresentando violazioni del Codice della strada. Il numero di guidatori, ad esempio, per i quali c'è copertura assicurativa del veicolo deve essere previsto espressamente in polizza con i loro nominativi. Più conducenti significa rischio più alto, quindi, come sempre, ad un rischio più alto corrisponde un prezzo più alto da pagare come premio. Si può arrivare anche al caso della guida libera, con la quale, pagando un premio piuttosto alto, tutti possono, senza limiti anagrafici, guidare la macchina assicurata. Il limite opposto è quello della guida esclusiva, che prevede che la macchina assicurata possa essere guidata solo dal contraente della polizza, proprietario del veicolo. A questa corrisponde ovviamente un premio più basso, ma si tratta di una decisione da prendere in modo particolarmente ponderato, perché per incidenti causati da chiunque altro, con la clausola della guida esclusiva, la compagnia assicurativa ha il diritto di rivalsa e quindi può richiedere un rimborso al proprio assicurato per i danni causati.

Vota la guida:
Valutazione media: 3,6 su 5 (basata su 24 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.