Assicurazione a km: cosa è e come funziona?

Come funziona l'assicurazione a km

L'assicurazione a km è una polizza auto che si basa sui chilometri effettivi percorsi nell'arco di un anno. I proprietari di auto che non sono usate di frequente o che hanno esigenze particolari, possono scegliere di stipularla avendo un guadagno effettivo che può arrivare a superare il 60% rispetto a un premio tradizionale. Ecco di cosa si tratta.

Assicurazioni a km cosa sono e come funzionano?

Come accennato l'assicurazione a km ha la particolarità di basarsi sulle abitudini del proprietario del mezzo, quindi si può affermare che si tratta di una polizza personalizzata. Si pagano soltanto i km percorsi, che devono rientrare nel range indicato sul contratto, per esempio entro 5 mila km. La fascia chilometrica scelta non deve essere superata, in quanto la compagnia assicurativa addebita il costo dei km eccedenti e si tratta di una spesa di una certa importanza. Nel caso il superamento della soglia divenisse considerevole, invaliderebbe anche la convenienza dell'assicurazione a km. Ecco per quale motivo è bene sapere con precisione quali sono i pro e i contro di questo tipo di polizza auto. L'assicurazione a consumo prevede che sul veicolo venga installata la nota scatola nera, il dispositivo introdotto con il DDL Concorrenza e che sta avendo un certo successo tra gli automobilisti, in quanto abbassa i costi dell'RC auto.

Come funziona l’assicurazione a km?

Solitamente, chi sceglie l’assicurazione auto a km paga una quota fissa del premio assicurativo e un’altra che varia a seconda dei chilometri percorsi effettivamente nell’anno. Viene stabilita inizialmente una soglia di km da non superare.

Perché serve la scatola nera?

Senza dispositivi appositi è impossibile calcolare esattamente i km percorsi e per questo il chilometraggio proposto nelle polizze è solo stimato. La scatola nera risulta indispensabile perché permette di ottenere dati oggettivi e imparziali sui chilometri percorsi realmente e quindi di risparmiare ulteriormente sull’assicurazione.

Come faccio a stimare i km?

Se non si è dotati di scatola nera, è tuttavia possibile stimare i km che si percorreranno nell’arco dell’anno adottando diverse strategie:

Calcolare i km percorsi giornalmente: utilizzando strumenti come per esempio le Mappe di Google, si possono calcolare i percorsi effettuati ogni giorno e sommare i km di ciascun percorso (per esempio: casa - lavoro, lavoro - casa, lavoro - palestra, casa - palestra - casa);

Controllare gli spostamenti quotidiani: segnando i chilometri di partenza e controllando i vari spostamenti della giornata si può valutare se effettivamente l’assicurazione a consumo è il prodotto adatto alle proprie esigenze. I tragitti sono sempre gli stessi o variano spesso, uscendo dalla città?

Una volta individuati i km percorsi ogni giorno, basterà moltiplicare il numero per i giorni dell’anno in cui quei tragitti sono fatti. Oltre a ciò, è importante considerare qualche km in più per gli spostamenti del finesettimana o nel caso si facciano molti viaggi in auto a lunga distanza durante l’anno.

Cosa succede se si superano i km?

Se si supera il chilometraggio massimo stimato nella polizza auto a km, la compagnia assicurativa potrebbe chiedere il pagamento di una penale oppure proporre di trasformare l’assicurazione a consumo in una polizza RCA tradizionale.

Quando e a chi conviene l’assicurazione a km?

L’assicurazione a km conviene a chi utilizza saltuariamente l’auto o percorre pochi chilometri all’anno. Per ottenere un risparmio davvero notevole sulla polizza, si dovrebbe restare sui 5000 km l’anno. Dai 10.000 in su, invece, è consigliabile stipulare un’assicurazione auto tradizionale. In generale, l’assicurazione a consumo conviene a:

  • chi utilizza poco la propria auto
  • chi ha una seconda auto che usa raramente
  • chi percorre percorsi brevi
  • chi utilizza una citycar per muoversi in città

Vantaggi e Svantaggi: perché scegliere l’assicurazione a consumo

Prima di sottoscrivere un’assicurazione auto a consumo bisogna valutare bene i vantaggi e gli svantaggi di questa tipologia di polizza auto:

Vantaggi

Per quanto riguarda i vantaggi, è indubbio il risparmio che si può ottenere sull’assicurazione auto. Se il veicolo viene utilizzato raramente o comunque il chilometraggio annuo si aggira intorno ai 5000 km, si può arrivare a risparmiare addirittura il 30%. Un altro vantaggio è dato dall’eventuale installazione della scatola nera: non solo permetterà di avere un conteggio imparziale e obiettivo dei chilometri effettuati, ma sarà utile anche in caso di incidenti, furto dell’auto o sanzioni ingiustificate. Inoltre, il costo dell’installazione è solitamente a carico della compagnia.

Svantaggi

Tra gli svantaggi bisogna considerare che il chilometraggio che consente un effettivo risparmio sulla polizza è molto basso, poiché si aggira intorno ai 5000 km l’anno. Inoltre, se si supera il chilometraggio stimato, si può incorrere in una penale stabilita dalla compagnia assicurativa. Per questo è sempre bene valutare una fascia di chilometraggio più alta rispetto al consumo stimato e, di conseguenza, il risparmio sulla polizza diminuisce.

Quanto costa l’assicurazione a consumo?

In generale, stimando di restare sotto i 5.000 km l’anno, l’assicurazione a km costa dal 25 al 50% in meno rispetto alla RCA tradizionale e tra il 10 e il 25% in meno se si percorrono tra i 5.000 e i 10.000 km l’anno.

Contenuti della sezione

  1. Contratto Base RC auto
  2. Cos'è e come si calcola il superbollo delle auto di lusso
  3. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  4. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  5. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  6. Documento Unico di Circolazione: di cosa si tratta
  7. Eccesso di velocità: limiti, sanzioni e tolleranza
  8. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  9. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  10. Negoziazione assistita obbligatoria: cosa sapere
  11. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  12. Rc Familiare: cos'è e come funziona
  13. Revisione auto: cos'è e come funziona
  14. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  15. Sanzioni per cellulare alla guida: legge e sanzioni
  16. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  17. Smarrimento targa auto: cosa fare e tempi di consegna
  18. Visura PRA: cos'è e come ottenerla
  19. Assicurazione a km: cosa è e come funziona?
  20. Assicurazione incidente all'estero: cosa fare
  21. Attestato di rischio o ATR
  22. Auto storiche
  23. Classe CU Conversione Universale
  24. Classe di merito: cos’è e come si calcola
  25. Come richiedere un risarcimento
  26. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  27. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  28. Cos'è una polizza
  29. Cosa fare in caso di furto
  30. Cosa fare in caso di incidente
  31. Cosa fare in caso di sinistro
  32. Cos’è e come funziona il bonus malus
  33. Documenti da tenere in auto: quali sono obbligatori?
  34. Esclusione e rivalsa
  35. Eventi atmosferici
  36. Franchigia assoluta
  37. Franchigia relativa
  38. Il massimale di una polizza assicurativa
  39. Il tagliando auto o contrassegno
  40. Incidente con veicoli esteri
  41. Kasko a primo rischio
  42. Kasko a secondo rischio
  43. Kasko a valore intero
  44. La franchigia nelle assicurazioni
  45. La legge sulla RCA
  46. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  47. Lo scoperto assicurativo
  48. Polizza Mini Kasko
  49. Premio assicurativo
  50. Prima di assicurarsi
  51. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  52. Riattivare una polizza
  53. Rinuncia alla rivalsa
  54. Sospensione Polizza Auto: cos’è e come funziona
  55. Assicurazione auto a rate: come funziona
  56. Assicurazione auto giornaliera: come funziona e quanto costa
  57. Assicurazione auto elettrica: cosa sapere
  58. Assicurazione cointestata: come funziona e vantaggi
  59. Assicurazione auto disabili: come accedere alle agevolazioni
  60. Assicurazione per neopatentati: come funziona e come risparmiare
  61. Come immatricolare un'auto nuova
  62. Codice della strada 2020: cosa è cambiato
  63. Come compilare il CID
  64. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  65. Come rinnovare la patente
  66. Cambio gomme: quando e come va effettuato
  67. Bollo auto: calcolo, scadenza e pagamento
  68. Bollo auto ibride ed elettriche: cos'è e quali sono le agevolazioni

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO