02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

I documenti da portare sempre in auto

I documenti da avere sempre con sé quando si viaggia in auto sono pochi, ma assolutamente necessari ed è bene non dimenticarli mai. Il primo è ovviamente la patente di guida o, per chi deve ancora ottenerla, il foglio rosa, accompagnato ovviamente da un altro documento personale, che sia la carta d'identità o il passaporto.

Il secondo documento necessario è la carta di circolazione del veicolo. Sul vetro anteriore dell'auto va sempre esposto il tagliando dell'assicurazione: bisogna accertarsi che sia leggibile dall'esterno. Avere il tagliando non leggibile equivale, per una recente sentenza della Corte di Cassazione, a non averlo esposto affatto, con conseguente multa. Bisogna quindi fare attenzione che il tagliando non sia stato reso illeggibile: per esempio, un caso frequente è quello in cui la continua esposizione alla luce del sole causa lo scolorimento dell'inchiostro sul documento, fino a renderlo illeggibile. In questo caso, è bene richiederne subito uno nuovo alla propria compagnia di assicurazione, in modo da non incorrere in problemi. Inoltre bisogna sempre avere con sé in macchina anche il certificato di assicurazione: infatti, l'esposizione del solo tagliando è considerata sufficiente solo quando l'auto è in sosta. Sul certificato di assicurazione sono riportati tutti i dati che attestano l'effettiva esistenza, nonché la validità e la durata della copertura assicurativa. Vi sono segnalati anche gli estremi della polizza auto, nonché quelli della compagnia di assicurazione e della persona assicurata. È bene non lasciarlo in vista e, possibilmente, nemmeno all'interno dell'auto, perché si tratta di una preda molto ambita dai ladri e dai falsari di polizze assicurative.

Un ultimo documento da avere sempre con sé e da tenere in regola è quello che testimonia che è stato effettuato il regolare controllo dei gas di scarico. Può essere un bollino blu o verde a seconda del veicolo. Questi controlli hanno obblighi e scadenze diverse da comune a comune: è infatti il Sindaco a predisporre le decorrenze attraverso apposite ordinanze comunali. Questo controllo può essere effettuato presso tutte le officine autorizzate e convenzionate. Dal 1998 non è invece più obbligatorio avere con sé il cosiddetto bollo auto, che attesta il regolare pagamento della tassa di circolazione del veicolo. Sempre non obbligatorio, ma comunque molto utile, è avere con sè il cosiddetto modulo blu, per effettuare le constatazioni amichevoli in caso di sinistro. Infine, per quanto riguarda l'equipaggiamento, è obbligatorio avere il seggiolino per trasportare bambini sotto i 10 anni, il triangolo per segnalare la sosta in carreggiata per un'avaria o un guasto. Non sono obbligatorie le luci di ricambio per i fari, ma è utile portarle. Stesso discorso vale per il giubbotto catarifrangente: non è necessario averlo a bordo quando si viaggia ma è necessario indossarlo quando si scende dal veicolo di notte su strade extraurbane.

Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 48 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 25/04/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Contenuti della sezione

  1. Assicurazione a km: quando conviene
  2. Assicurazione auto a rate: come funziona
  3. Assicurazione auto per un giorno: come funziona
  4. Assicurazione neopatentati: come funziona
  5. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  6. Cointestare l’auto: come funziona l’assicurazione
  7. Come compilare il CID
  8. Come immatricolare un'auto nuova
  9. Come rinnovare la patente
  10. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  11. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  12. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  13. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  14. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  15. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  16. Revisione auto: cos'è e come funziona
  17. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  18. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  19. Attestato di rischio o ATR
  20. Auto storiche
  21. Bonus-malus: come funziona
  22. Classe CU Conversione Universale
  23. Come richiedere un risarcimento
  24. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  25. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  26. Cos'è una polizza
  27. Cosa fare in caso di furto
  28. Cosa fare in caso di incidente
  29. Cosa fare in caso di sinistro
  30. Esclusione e rivalsa
  31. Eventi atmosferici
  32. Franchigia assoluta
  33. Franchigia relativa
  34. I documenti da portare sempre in auto
  35. Il massimale di una polizza assicurativa
  36. Il tagliando auto o contrassegno
  37. Incidente all'estero: cosa fare
  38. Incidente con veicoli esteri
  39. Kasko a primo rischio
  40. Kasko a secondo rischio
  41. Kasko a valore intero
  42. La classe di merito
  43. La franchigia nelle assicurazioni
  44. La legge sulla RCA
  45. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  46. Lo scoperto assicurativo
  47. Polizza Mini Kasko
  48. Premio assicurativo
  49. Prima di assicurarsi
  50. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  51. Riattivare una polizza
  52. Rinuncia alla rivalsa
  53. Sospendere una polizza

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.