02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Mondo Assicurazioni

Un sistema sperimentale contro le polizze false

Ecco Falco 193, lo “scovatruffe”

5 dicembre 2013
Un sistema sperimentale contro le polizze false

L'idea è venuta a tre giovani di Casalpusterlengo, in provincia di Lodi. E potrebbe portare una ventata di aria nuova nel mondo delle assicurazioni. I tre hanno infatti ideato un sistema destinato a scovare, nel nostro Stato, ogni automobile che circoli senza copertura assicurativa obbligatoria. Il nuovo sistema si chiama Falco 193, dal numero dell’articolo del Codice della Strada, 193 appunto, che obbliga i guidatori italiani a circolare sulle nostre strade col proprio veicolo (a quattro, tre o anche due ruote) esclusivamente con polizze assicurative in stato di validità e conformi alla legge italiana.

Questo marchingegno, Falco 193, è una comune telecamera, esattamente come quelle utilizzate normalmente sulle nostre strade per controllare limiti di velocità multando chi li supera. La differenza con un normale autovelox sta nel fatto che Falco 193 non controlla la velocità ma la targa del veicolo. Una volta rilevata la targa, in caso di infrazione, il dispositivo invia le informazioni raccolte a un apposito server che utilizza uno specifico software, tramite il quale è possibile scoprire velocemente se il veicolo è assicurato o no. A questo punto spetta alle forze dell'ordine effettuare i dovuti accertamenti.

Il nuovo sistema, per funzionare al meglio, necessita della presenza di due pattuglie di agenti, i cui compiti dovranno essere così suddivisi: la prima pattuglia, considerata supporto tecnico di Falco 193, ha il compito di controllare i dati, verificando possibili errori; la seconda, riceve i dati elaborati e provvede a fermare il veicolo sprovvisto di polizza assicurativa.
In sostanza, se Falco 193 non è in grado di scovare veicoli senza copertura assicurativa, è però capace di riconoscere veicoli che siano stati assicurati con tagliando falso. Falco 193 è stato progettato per sostenere ritmi di traffico molto intensi, esattamente quelli che intasano nelle ore di punta le principali strade cittadine o le autostrade. Al momento il progetto è in fase di sperimentazione ma si sta rivelando molto promettente grazie ai nuovi sistemi integrati.

Questo tipo di rilevatori di ultima generazione si affianca ai nuovi sistemi come la scatola nera AssiPas: in futuro potrebbero diventare soluzioni valide ai tanti problemi del mondo assicurativo, soprattutto a quelli inerenti le truffe messe in atto dagli assicurati. Una piaga, quella della mancanza di tagliando assicurativo o, ancora di più, dell'uso di tagliandi contraffatti, che sta creando danni penali non solo a chi usa questi mezzi ma anche a chi, casualmente, viene a contatto con persone che, in un modo o nell'altro, hanno violato l'obbligo dell'rc auto. Avere un incidente con persona che abbia il tagliando contraffatto, procura infatti parecchi problemi alla persona incolpevole circa il risarcimento dovuto.

di Franco Canevesio

Vota la la news:
Valutazione media: 4,1 su 5 (basata su 9 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.