02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Targhe estere sotto la lente della Ue

Si lavora per favorire i risarcimenti

12 febbraio 2019
Targhe estere sotto la lente della Ue

Già nei mesi scorsi il Governo era intervenuto sul tema con il Decreto legge sicurezza per rendere più semplice l’emersione di pratiche finalizzate ad eludere la legge e tutti i doveri dell’automobilista sia in termini di stipula dell’assicurazione RC auto, sia di pagamento di eventuali multe.

In pratica sono stati stabiliti determinati controlli sul conducente: chi guida un’auto con targa estera pur avendo la residenza in Italia, dovrà fornire spiegazioni documentate per dimostrarne l’effettiva necessità, pena una sostanziosa sanzione economica.

Ora invece a scendere in campo è la Commissione Europea che vuole imprimere un’ulteriore stretta al fenomeno varando una serie di provvedimenti mirati.

Le misure studiate dalla Commissione si prefiggono tuttavia in generale due obiettivi di più ampia portata: il primo è quello di combattere la circolazione delle auto senza assicurazione, il secondo è quello di favorire i rimborsi per le vittime di conducenti senza copertura assicurativa. L’altro obiettivo dei provvedimenti in discussione, durante questa settimana, è quello di agevolare i rimborsi nel caso di sinistro tra due veicoli assicurati in Paesi diversi. Ma le misure varate dalla Commissione dovranno essere approvate dal Parlamento Europeo per diventare legge a tutti gli effetti.

Tra gli strumenti messi in campo per rafforzare la lotta alle auto senza assicurazione con targhe straniere, c’è il rafforzamento dei controlli transfrontalieri in modo tale da riuscire a identificare un’auto priva di copertura Rc auto già all’uscita dal paese d’origine.

Un’altra delle novità che dovranno essere votate dal Parlamento europeo è la semplificazione delle procedure che consentono alle vittime dei pirati della strada senza assicurazione di accedere ai risarcimenti. L’obiettivo è quello di arrivare a un’armonizzazione delle normative che regolano l’accesso ai fondi che oggi variano da Paese all’altro. Secondo le nuove norme, il risarcimento per le vittime di sinistri provocati da veicoli senza assicurazione dovrà essere liquidato entro un tempo massimo di sei mesi. Nel caso di incidenti fatali, ai familiari dovrà essere riconosciuto un importo di 1.220.000 euro per ogni persona deceduta nel sinistro.

Vota la la news:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 6 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 24/03/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.