02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Sulla buona strada: parte la campagna del ministero sui rischi delle scelte sbagliate alla guida

L'obiettivo è sensibilizzare e responsabilizzare gli utenti della strada

3 luglio 2019
Sulla buona strada: parte la campagna del ministero sui rischi delle scelte sbagliate alla guida

Sicurezza alla guida vuol dire salvare vite umane e, fatti i debiti distinguo, incidere il meno possibile su tariffe come l'Rc auto. Lo sanno bene i tecnici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che, anche in questo 2019, mettono in pista Sulla buona strada, una campagna di comunicazione istituzionale sulla sicurezza stradale. Lo scopo dell’iniziativa partita nel 2009 è creare la maggiore consapevolezza possibile sui rischi legati all’incidentalità stradale, soprattutto di quelli legati al mancato rispetto del codice della strada. Sensibilizzando l’opinione pubblica, pensano al ministero, si possono promuovere comportamenti e stili di guida corretti.

L'incidente è una scelta, non un caso. La strategia di comunicazione di Sulla buona strada mira a sottolineare la relazione stretta che c'è tra le scelte compiute dagli utenti della strada e le conseguenze che queste hanno sulla propria e sulle altrui vite. Secondo il ministero, le scelte che le persone compiono alla guida e i comportamenti che ne derivano possono modificare il corso degli eventi in positivo o in negativo. Il concetto base, che è anche l’insight strategico del progetto di comunicazione, è tutto racchiuso nella frase: “un incidente non è un caso”. Guidare, sostengono gli esperti, è un’attività impoSicurtante e quotidiana, e le nostre scelte possono avere conseguenze gravi. Perché l’incidente non è un incidente ma piuttosto è una scelta. Scegliere di seguire la Buona Strada, dicono gli esperti, dipende solo da noi. La nuova campagna intende, dunque, responsabilizzare il cittadino automobilista: il messaggio gli comunica che gli incidenti non avvengono per caso, anzi, sono frutto di azioni deliberate, come tutte le altre scelte della vita.

L'obiettivo è far leva su aspetti emotivamente forti. I protagonisti della nuova campagna del Ministero dei Trasporti sono quattro personaggi, ognuno con le proprie passioni, le proprie aspettative e i propri desideri: quattro persone che raccontano come una scelta sbagliata, dovuta a distrazione o al mancato rispetto delle regole del Codice della Strada, possa influire sulla vita. La campagna fa leva sugli aspetti emotivamente forti, in modo da stimolare una riflessione che possa ottenere la modifica dei comportamenti scorretti alla guida. Obiettivo della comunicazione, realizzata tramite spot in grado di attivare la leva emotiva e generare così un processo di identificazione, è sensibilizzare gli utenti della strada sui comportamenti più a rischio, in modo da acquisire la reale consapevolezza circa la necessità di adottare condotte di guida sicure. Target di riferimento sono, appunto, gli utenti della strada, direttamente interessati dal rischio oggetto del messaggio.

Contenuto del messaggio. I temi trattati vanno dalla distrazione alla guida per colpa dello smartphone, all'uso di sistemi di ritenuta sui sedili posteriori (adulti e bambini), dalla velocità elevata in ambito urbano ed extraurbano, fino al mancato rispetto della distanza di sicurezza e dell’attenzione all’utenza pedonale. Il messaggio finale ha l’obiettivo di suscitare un’emozione riflessiva tramite una serie di sequenze in cui ciascuno può facilmente identificarsi: parliamo dei momenti emotivamente importanti della vita delle persone, momenti frutto di scelte. Parliamo, quindi, del modo di essere e di rapportarsi con gli altri e con la realtà. Dopo alcune sequenze, accompagnate da una voice over descrittiva, qualcosa turba l’attenzione: è una scelta diversa dalle altre. In pratica, ad un certo punto dello spot, i protagonisti scelgono di fare qualcosa di non corretto alla guida: la scelta ha conseguenze negative. L'incidente, ovvero il fatto negativo, avviene proprio perché i protagonisti hanno scelto un comportamento rischioso, sottovalutandone le conseguenze. L'incidente è una scelta, insomma, di cui ognuno deve assumersi la responsabilità. Ma che ognuno può anche facilmente evitare.

Vota la la news:
Valutazione media: 3,9 su 5 (basata su 7 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 19/07/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Franco Canevesio.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.