Rc auto: anno nuovo bastonate nuove

I premi potrebbero quadruplicarsi

2 dicembre 2022
Rc auto: anno nuovo bastonate nuove

Cosa si devono aspettare gli automobilisti con il nuovo anno e con il nuovo governo? Lo ha spiegato Il Sole 24 Ore a partire dall'Rc auto che presenta un rischio: i premi quadruplicati. Dal 1° gennaio, infatti, entrerà in vigore la norma della legge sulla Concorrenza che obbliga le assicurazioni con sede legale in altri Stati membri Ue ma operanti in Italia ad adottare la procedura di risarcimento diretto: in pratica, il risarcimento viene fatto dall’assicurazione di chi ha subito l’incidente che poi verrà rimborsata dalla compagnia di chi ha causato il sinistro.

Allarme Assoutenti e Movimento consumatori

“Una norma ingiusta, altamente iniqua e fortemente inflattiva”, sottolineano critici Assoutenti e Movimento consumatori. Secondo le due associazioni dei consumatori, infatti, la novità comporta il rischio per due milioni di assicurati di vedersi quadruplicati i premi delle polizze Rc auto.

Risarcimento diretto deve essere facoltativo

“Il risarcimento diretto fa acqua da tutte le parti - spiegano Furio Truzzi, presidente Assoutenti, e Alessandro Mostaccio, segretario generale del Movimento Consumatori - Una misura che doveva favorire gli assicurati si è trasformata in un ginepraio di vessazioni che ha alterato la struttura del mercato assicurativo. Il sistema del forfait tra compagnie va rivisto e va ripristinato un minimo principio di concorrenza: le imprese estere non devono essere sottoposte all’obbligo di adottare una procedura come il risarcimento diretto, procedura ritenuta facoltativa dalla Corte costituzionale quindici anni fa. Piuttosto la procedura va resa facoltativa per tutte le assicurazioni e per tutti gli assicurati”.

Ridotti gli sconti sul carburante

Un'altra tegola sugli automobilisti arriva dalla decisione del governo di ridurre dal 1° dicembre lo sconto su benzina e gasolio da 0,25 euro per litro a 0,15 euro per litro, mentre per il gpl la riduzione passa da 0,085 per kg a 0,051. Si passa dall’attuale taglio di 25 centesimi equivalente a uno sconto di 30,5 centesimi, a un taglio di 15 centesimi che, con l’iva, si tradurrà in 18,3 centesimi in meno.

Niente adeguamento delle multe

Viene bloccato dall’esecutivo l’automatismo previsto dal Codice della strada che dal 1° gennaio 2023 doveva far scattare un aggiornamento al rialzo degli importi delle multe stradali: la misura viene, infatti, aggiornata ogni due anni. Con l'aumento degli importi delle sanzioni nell’ordine del +11%, secondo Codacons, la multa per divieto di sosta salirebbe a 46 euro da gennaio 2023, con un rincaro di 4 euro. Una multa per l’uso del cellulare alla guida va a 183 euro (+18 euro), quella per accesso vietato alla Ztl a 92 euro (+9 euro), mentre superare i limiti di velocità di oltre 60 km/h costerà 938 euro con un incremento di 93 euro rispetto agli attuali 845 euro.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Franco Canevesio.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO