Nel 2023 record di danni da catastrofi naturali

In Italia il dato più alto di sempre

11 July 2024
Nel 2023 record di danni da catastrofi naturali

Nel 2023, le assicurazioni di tutto il mondo hanno pagato quasi 100 miliardi di euro per i sinistri legati alle catastrofi naturali. Per l’Italia, si è trattato di un anno da (triste) record: secondo quanto affermato dalla presidente dell'Ania, Maria Bianca Farina, i danni assicurati hanno superato i 6 miliardi. È il dato più alto di sempre: 5,5 miliardi sono stati generati da eventi atmosferici e 800 milioni sono collegati alle alluvioni in Emilia-Romagna e in Toscana.

“Il cambiamento climatico è una sfida cruciale”

Da anni, ormai, l’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici sottolinea il problema, che nasce al centro di un incrocio pericoloso: da una parte gli eventi atmosferici stanno diventando sempre più severi; dall’altra permane lo scarso ricorso alle polizze. In sostanza: più episodi avversi ma ancora poche assicurazioni vuol dire milioni di imprese e famiglie senza copertura.    

“Il cambiamento climatico – ha affermato Farina nel corso dell’assemblea annuale dell’Ania - è una sfida cruciale. Assistiamo a catastrofi naturali sempre più estreme, frequenti e distruttive, che mettono a rischio un numero sempre maggiore di persone e beni”.

La situazione in Italia

In alcune analisi precedenti, l’Associazione aveva sottolineato le cause di uno scarso ricorso alle polizze che coprono catastrofi naturali. C’è, senza dubbio, una ragione storica: tradizionalmente, l’Italia è un Paese che – fatta eccezione per le polizze obbligatorie come l’Rc Auto – tende a non assicurarsi. Succede sia per ragioni culturali che per sottostima del rischio, nonostante il nostro sia un territorio esposto a terremoti e alluvioni.

C’è poi anche una regione legata alle modalità di assistenza pubblica. Al netto di difficoltà e ritardi, dopo le catastrofi naturali lo Stato è sempre intervenuto in modo massiccio. Se da una parte si tratta di un’azione dovuta e necessaria, dall’altra è un disincentivo alla sottoscrizione di polizze specifiche.

Obbligo in arrivo?

La soluzione, allo studio del governo e con il pieno supporto dell’Ania, è la creazione di un’assicurazione obbligatoria contro i danni da catastrofi naturali. A che punto è l’iter della norma? Al momento, ha ricordato Farina, siamo alla vigilia dell’emanazione del decreto interministeriale, che dovrebbe porre le basi per i passi successivi.

Il settore assicurativo, ha spiegato la presidente dell’Associazione, sta definendo i dettagli tecnici. Ma la strada è ancora lunga, perché non è semplice trovare un meccanismo di obbligo che non rappresenti un peso eccessivo per gli assicurati e sia allo stesso tempo sostenibile per le compagnie. Una delle proposte ribadite dal palco dell’assemblea è stata quella di lanciare incentivi fiscali per questa specifica tipologia di polizze.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO