Multe: il Parlamento Ue si prepara ad abbattere le frontiere

Pacchetto di nuove norme in arrivo

7 May 2024
Multe: il Parlamento Ue si prepara ad abbattere le frontiere

Viaggiare in Europa con la propria auto può essere molto comodo e conveniente rispetto ad altri mezzi di trasporto, ma occorre non dimenticare che non tutti i paesi della UE applicano le stesse regole del Codice della Strada. Oltre ad essere in possesso di una patente di guida e di una polizza Rc auto in corso di validità, è bene quindi prestare la dovuta attenzione ai limiti di velocità e a non commettere imprudenze al volante.

Nel mese di aprile è arrivato il via libera definitivo dall'Europarlamento alle nuove norme che renderanno sanzioni, come le multe e il ritiro della patente, valide anche quando la contravvenzione è commessa in un altro stato dell'Unione europea rispetto a quello di residenza.

Indagini transfrontaliere: aumenta la cooperazione tra gli Stati

Nel testo normativo approvato con 570 voti favorevoli, 36 contrari e 24 astensioni, viene previsto il rafforzamento della cooperazione tra gli Stati membri della Ue nelle indagini transfrontaliere sulle infrazioni stradali. Secondo le stime fornite in una nota dello stesso Parlamento Ue,  infatti, ben il 40% circa di quelle transfrontaliere restano impunite.

Le nuove norme invece obbligano le autorità nazionali a rispondere alle richieste di un altro paese della Ue in modo più veloce e puntuale, stabilendo come termine ultimo quello di due mesi dalla raccolta delle informazioni.

Riscossione della multa a carico del Paese di residenza

Su richiesta dello Stato membro in cui è avvenuto il reato, inoltre, il Paese Ue di residenza dell'autore dell'infrazione deve farsi carico della riscossione delle multe stradali: l’unica condizione è che l'importo sia superiore a 70 euro.

Ma il testo approvato non si limite a stabilire questo scambio di informazioni finalizzate alla riscossione, ma amplia persino l’elenco delle infrazioni stradali commesse da conducenti non residenti a cui può essere applicata questo tipo di assistenza transfrontaliera. Oltre all'eccesso di velocità, alla guida in stato di ebbrezza o al mancato arresto al semaforo rosso, i legislatori della Ue hanno aggiunto, tra gli altri reati, il parcheggio pericoloso, il sorpasso pericoloso e l’attraversamento della linea continua.

Undici mesi per la notifica della multa

Stando alle nuove regole, il Paese della Ue in cui si è verificata l'infrazione stradale avrà undici mesi dalla data del fatto per emettere la relativa notifica. L’avviso deve includere il momento e le circostanze della violazione compiuta e tutte le informazioni su come presentare ricorso contro la multa. Per aumentare la trasparenza e facilitare l’attuazione delle nuove regole, la Commissione avrà infine il compito di creare un portale online che dovrà indicare diverse informazioni tra cui le regole applicate e le opzioni di ricorso.

I prossimi step per il via libera definitivo delle norme

Ora, dopo il via libera ricevuto dall'Eurocamera, il testo passerà ancora una volta dal Consiglio Ue per l'approvazione formale e una volta pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Ue, gli Stati membri avranno 30 mesi per prepararsi all'attuazione.

Anche se si preannunciano quindi tempi lunghi per giungere a leggi definitive, per i “multati” non ci saranno più “scappatoie”: riceveranno le informazioni necessarie per il pagamento poco tempo dopo l’infrazione, nella loro lingua e con le procedure per l’eventuale opposizione.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO