Mercato auto nuove: prosegue l’onda lunga della crisi

Le associazioni chiedono al Governo nuovi incentivi

7 dicembre 2021
Mercato auto nuove: prosegue l’onda lunga della crisi

Nonostante le buone prospettiva di ripresa dell’economia e il superamento parziale degli effetti della pandemia sul livello dei consumi, il mercato dell’auto continua a registrare mese dopo mese continui cali. Detto in altri termini, su strada continuano a circolare ancora molte vetture datate e inquinanti e la tendenza per ora non accenna a fermarsi, con grande preoccupazione dei lavoratori del settore e dell’indotto.

Secondo i dati diffusi da Unrae, a novembre è proseguita l’emorragia delle immatricolazioni, che con 104.478 unità registrate segna una flessione del 24,6% rispetto alle 138.612 unità del 2020. Ma il crollo è persino doppio: rispetto allo stesso mese del 2019, quindi se si guarda al periodo pre-Covid, il calo è del 30,8%.

Nei primi 11 mesi dell’anno il calo complessivo rispetto al 2019 è di oltre 400.000 veicoli (pari al 22,8% con 1.371.166 immatricolazioni).

L’usato “tiene”  anche per effetto della crisi dei microchip

Mentre gli addetti ai lavori si interrogano sulle cause di questo crollo, e le associazioni di categoria premono affinché il Governo intervenga con nuovi incentivi, il quadro si fa sempre più preoccupante anche per la tenuta dei livelli occupazionali del settore automotive. Ma che cosa sta accadendo?

La premessa è che in mancanza di nuovi fondi per sostituire i veicoli inquinanti, il mercato dell’usato continuerà a rappresentare ancora a lungo per molte famiglie una valida alternativa per risparmiare sia sui costi d’acquisto, sia sul costo della polizza Rc auto.

Nel mese di novembre il comparto, trainato anche dalla crisi dei chip indispensabili per la produzione di veicoli nuovi, ha registrato solo un leggerissimo calo dell’1,8% sul 2020 con 290.382 passaggi di proprietà. Nei primi 11 mesi i 3.177.757 passaggi indicano un incremento del 15,9% sul 2020, ma una flessione del 17,8% sullo stesso periodo del 2019.

In calo le vendite dei veicoli inquinanti

Il quadro relativo alle vendite di auto nuove è invece in continuo peggioramento: sotto il profilo delle alimentazioni prosegue la sostenuta contrazione di benzina e diesel che nel mese scendono rispettivamente al 26,9% e 19% di quota; in calo anche i volumi del Gpl che sale al 9,2% di quota nel mese (7,3% negli 11 mesi), mentre il metano copre in novembre l’1,8% rispetto al 2,2% di gennaio-novembre.

Tra i segmenti, con cali a doppia cifra per tutti ad eccezione dell’alto di gamma, emerge una sostanziale stabilità di quota per le city car.  Appare invece in contrazione nel mese la quota delle berline, al 42,8%, a due punti e mezzo di distacco dalle crossover che salgono al 40,3% e che sommate ai fuoristrada coprono il 50,7% delle preferenze degli automobilisti. In calo anche la quota delle station wagon, al 2,7% del totale.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO