Le associazioni pro-bici contro il decreto autovelox

Sette i punti critici

14 June 2024
Le associazioni pro-bici contro il decreto autovelox

“Riduce l’efficacia dei controlli e garantisce di fatto l’impunità di buona parte delle violazioni dei limiti di velocità”. La Fiab (Federazione italiana ambiente e bicicletta) si accoda ad altre associazioni dei consumatori e critica il decreto autovelox. In un duro comunicato parla di “legittimazione del diritto alla velocità”.

I 7 punti critici

La Fiab, in particolare, critica 7 punti del decreto e invita il governo a riscriverlo. Ci sarebbe innanzitutto un tema amministrativo. Introducendo limiti più stringenti sugli autovelox, il governo di fatto “comprimere l’autonomia” degli enti locali.
 
Collegato al primo è il secondo rilievo. Saranno i prefetti, e non i sindaci, a decidere le zone per l’installazione, concentrandosi solo su aree con elevata incidentalità e difficoltà di contestazione immediata. “Questo – sottolinea la federazione - riduce la capacità delle autorità locali di intervenire in modo mirato e tempestivo”.
 
La nuova norma ignorerebbe poi “le evidenze scientifiche e gli indirizzi seguiti da altri Paesi che nel mondo stanno ottenendo riduzioni più marcate di morti e feriti in strada”.

Autovelox in città

Tra le misure più criticate c’è la forte limitazione dell’uso dell’autovelox in città, visto che i dispositivi mobili non si potranno posizionare nei punti dove il limite è inferiore a 50 km/h.  

Discorso simile per le strade extraurbane. Il divieto di installazione nei tratti dove il limite è inferiore di oltre 20 Km/h a quello previsto dal Codice della Strada sarebbe – secondo Fiab – un paletto troppo rigido. Ad esempio: dove il limite è di 70 km/h, gli autovelox sono di fatto vietati (salvo rare eccezioni).  

La necessità di un intervento immediato da parte della polizia, incaricata di fermare i veicoli, comprometterebbe l’efficacia dei dispositivi mobili. Secondo la Fiab, è una misura che “penalizza la prevenzione continua e sistematica delle collisioni stradali”.  

La federazione critica anche la creazione di una distanza minima tra due autovelox e tra il segnale di limite di velocità e il dispositivo. Dovrebbe “rendere l’installazione dei dispositivi più complessa e burocraticamente onerosa”.
 

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO