02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

La Cina sperimenta il taxi a guida autonoma

20 taxi a guida autonoma girano per le strade di Guangzhou

6 dicembre 2019
La Cina sperimenta il taxi a guida autonoma

Se qualcuno ha presente il film Io, robot, tratto dai racconti di Isaac Asimov, non si spaventa di certo. In un mondo abitato da umani e robot vedere un taxi che gira senza conducente non farebbe nessun effetto. Se invece siete digiuni di fantascienza, l'esperimento partito dalla Cina potrebbe lasciarvi senza fiato. La società cinese WeRide che si occupa di mobilità intelligente ha, infatti, avviato a Guangzhou, nella Cina meridionale, la prima sperimentazione di primi taxi a guida autonoma. Cioè, in parole povere, senza autista. Prendono parte all'esperimento 20 esemplari di taxi Nissan con guida autonoma di livello 4. 

Si prenota con l'app e ha la stessa tariffa di un taxi normale. Una svolta epocale, certo, in un momento come questo in cui le compagnie assicurative si interrogano sull'rc auto del futuro, giusto in ottica guida autonoma. Intanto la Cina mette avanti il lavoro e, dal 28 novembre scorso, ha iniziato a fare circolare i taxi autonomi. Le auto, all'apparenza, sono uguali agli altri taxi del Guangzhou Baiyun Taxi Group, la più grande società cinese di taxi. Soprattutto, utilizzano gli stessi tassametri. La tariffa è identica a quella di un taxi guidato dal taxista di turno. Già adesso i clienti hanno potuto prenotare le corse tramite l'app sviluppata da WeRideGo: solo nella prima giornata di sperimentazione si sono contate dozzine di prenotazioni. Solo che non c'è nessuno alla guida. 

20 prototipi Nissan Teana sviluppati da WeRide. Il prototipo è stato costruito sulla base di una Nissan Teana: all'interno è comunque presente un guidatore, pronto a intervenire se qualcosa dovesse andare storto. Le 20 Nissan sono provviste di hardware e di software sviluppati dalla stessa WeRide: il tester è un essere umano che dovrà curare e relazionare su ogni passo e su ogni reazione della macchina. 

Guangzhou, l'esperimento in un'area di 144 chilometri. I nuovi taxi cinesi a guida autonoma circolano su un’area di 144 chilometri quadrati, pari a due distretti della città di Guangzhou, la ex Canton, la più grande città costiera del sud della Cina che ha una supericie totale di oltre 7.400 mq. L'esperimento del taxi a guida autonoma ha una sua utilità pratica, necessaria per procedere verso lo sviluppo del progetto. Anzitutto, serve a testare la comodità: il taxi senza autista, infatti, potrà essere prenotato tramite un’app, non dovrà avere momenti di riposo in parcheggio e nemmeno rallentare. Alla fine, il test pilota serve a verificare la sicurezza della guida autonoma sia in caso di imprevisti che di scarsa visibilità. Prepariamoci dunque perché ormai sembra imminente l'arrivo effettivo dei taxi autonomi.
 

Vota la la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 9 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 24/01/2020 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Franco Canevesio.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.