02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Auto: italiani sempre più disorientati. E il diesel paga pegno

Il 52% degli italiani non sa che tipo di alimentazione scegliere

20 marzo 2019
Auto: italiani sempre più disorientati. E il diesel paga pegno

Italiani disorientati. Definisce così quanti sono impegnati nella scelta dell'auto da acquistare lo studio “Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?”, curato da Barbara Galli, direttore di Doxa e realizzato per #FORUMAutoMotive, movimento di opinione sui temi legati alla mobilità a motore. Disorientati non tanto per colpa di tariffe come l'RC auto, quanto piuttosto per le limitazioni alla circolazione sempre più frequenti, che colpiscono anche l'ultima generazione delle vetture a gasolio, le Euro6. Disorientati per le possibilità di accedere agli incentivi per comprare l'auto elettrica, per le campagne di demonizzazione del diesel. Secondo lo studio, tra i guidatori italiani si sta facendo strada una diffidenza crescente verso i motori diesel: il 71% dei guidatori non si sente più sicuro a comprare un’auto a gasolio (teme i blocchi imposti dai Comuni) mentre il 68% ha paura che, prima o poi, le case automobilistiche blocchino la produzione.

Il diesel perde appeal. Il disorientamento, insomma, si ribalta sul gasolio anche se l’incertezza in tema di alimentazione è trasversale. Se i guidatori italiani sono convinti che, per esempio col gpl, con l'elettrica e con l'auto ibrida, si può andare dovunque, al di là delle limitazioni alla circolazione in centro, secondo il 69% degli intervistati comprare una macchina diesel può essere un’ottima scelta solo per chi macina chilometri. Il 71% degli italiani (il 4% in più rispetto alla precedente rilevazione) non è più sicuro, invece, di acquistare un’auto diesel, visto che sempre più Comuni ne impediscono la circolazione. Il 68% (+7%) ha paura che molte marche possano decidere di bloccarne la produzione tra poco tempo; il 58%, addirittura, (+6%) teme che la produzione di auto diesel venga bloccata da qui a un paio d’anni. I dubbi aumentano e coinvolgono anche la possibilità di sopravvivenza dei diesel di nuova generazione: questo anche se il 13% degli italiani è ancora convinto che continueranno a circolare per lungo tempo.

L’informazione diventa cruciale. In uno scenario come questo, gli italiani che sono alle prese con l’acquisto dell’auto privilegiano la via di mezzo, ossia la motorizzazione ibrida che, per il 29% degli italiani, è in testa alle altre alimentazioni come scelta futura più probabile. Per questo, diventa cruciale il ruolo dell’informazione. Se, infatti, il 52% dei guidatori dichiara di sentirsi disorientato, il 70% sostiene di avere bisogno di molte più informazioni rispetto a quelle che possiede per fare la giusta scelta. 

Una nuova primavera dell'auto. “Siamo di fronte a cittadini che sono affamati di rassicurazioni e si rivolgono alle fonti più certe per raccogliere elementi su cui fondare decisioni che hanno un impatto economico e psicologico di rilievo - sottolinea Barbara Galli, business unit director di Doxa - Le 45.000 interazioni dell’ultimo anno sui diesel raccontano chiaro di cittadini che, coinvolti in discussioni sul dieselgate, non accennano a cambiare argomento. Le quasi 90.000 interazioni sulle automobili ibride e le 78.000 su quelle elettriche parlano di guidatori che sono attratti da incentivi e da ecologia in senso lato, ferme restando le perplessità sulla diffusione delle colonnine di ricarica, su durata e su modalità di smaltimento delle batterie, sulla eco-compatibilità reale dell’elettrico. “Gli italiani - conclude Galli - hanno bisogno di risposte: esiste un grande spazio per istituzioni, locali e nazionali, associazioni ed enti, per portare qualche contributo che promuova lo sviluppo sostenibile per tutti, in ottica evolutiva e non di frattura che accompagni all’adozione consapevole dei nuovi modelli di mobilità, dando vita a una nuova primavera dell’auto”.

Vota la la news:
Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 8 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 24/06/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.