02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Il coronavirus spinge l'elettrico (ma l'Italia resta indietro) 

Nel secondo trimestre le elettriche hanno raggiunto il 7,2% del totale auto in circolazione

4 settembre 2020
Il coronavirus spinge l'elettrico (ma l'Italia resta indietro) 

Sale in Europa la quota delle auto elettriche. Lo dicono gli ultimi dati Acea, secondo cui l'elettrico si prende in Ue il 7,2% del mercato nel secondo trimestre 2020, facendo un bel balzo in avanti rispetto al 2,4% dello stesso periodo 2019. Una chiara dimostrazione, secondo l'associazione dei costruttori, che le vetture a batteria possono realmente conquistare in poco tempo fette importanti di mercato. Vedremo se ciò accadrà e che cambiamenti porterà la cosa, primo fra tutti quello, se ci sarà, in tema di tariffe come l'RC auto.

Italia fanalino di coda. Una bella spinta alle vendite di elettriche, secondo Acea, l'ha data la chiusura dei mercati europei causa coronavirus che ha colpito duramente il mercato delle auto a benzina e delle diesel, che comunque assorbono ancora più dell'80% del mercato. Prima di cantare vittoria per l'elettrico, comunque, va considerato che, se le elettriche in Ue hanno fatto +7,9%, in tutta Europa (quindi Ue + paesi Efta + Gran Bretagna) le immatricolazioni di nuove auto a carburante alternativo sono risultate in calo del 4,2%, anche nel secondo trimestre 2020. Secondo gli analisti di Acea, “a pesare è stato soprattutto il mercato italiano, con sole 56 mila automobili a carburante alternativo immatricolate”.

Motus-e: elettrico in crescita nel 2020 ma il boom arriva nel 2021. “È il momento di provare a raggiungere i paesi in testa. Per il 2020 abbiamo previsto 20.000 auto elettriche vendute: un target che raggiungeremo nonostante il Covid, con tassi di crescita al raddoppio ogni anno. Ma il vero boom è previsto per il 2021: per questo i costruttori sono chiamati a soddisfare una domanda che cresce in maniera esponenziale. La spinta decisiva, però, ci sarà solo se si comincia a pensare all'offerta, oltreché alla domanda. Per questo bisogna importare politiche industriali forti sia sui mezzi che sulle batterie, semplificando la burocrazia che mette il freno alle installazioni di infrastrutture di ricarica”, spiega Dino Marcozzi, segretario generale Motus-e, la più grande associazione di settore in Italia.

Vota la la news:
Valutazione media: 4,6 su 5 (basata su 15 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 27/09/2020

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »