I costi del dissesto idro-geologico

Tra le cause temperature, suolo e abusivismo

14 December 2023
I costi del dissesto idro-geologico

L’Italia è un Paese esposto al rischio idro-geologico e con il cambiamento climatico la situazione sta peggiorando. Secondo l’ultimo Rapporto Ance-Cresme, i costi del dissesto sono triplicati in tempi recenti. I danni medi stimati tra il 1944 e il 2009 erano infatti di un miliardo di euro l’anno. Tra il 2010 e il 2023 sono arrivati a 3,3 miliardi.

Zone e persone a rischio

Oltre a essere un tema ambientale e sociale, è anche una questione economica, sia per gli Stati che per le famiglie italiane, storicamente restie ad acquistare assicurazioni per proteggere la propria casa. Eppure, secondo lo studio, il rischio riguarda una fetta consistente della popolazione: sono esposte alle alluvioni, ad esempio, 2,4 milioni di persone. Ma si arriva a 7 milioni se si considera il rischio medio e a 12,3 milioni se si allarga il perimetro al rischio moderato e basso.

Le aree di pericolosità idraulica elevata occupano il 5,4% del territorio nazionale. Ma si supera il 30% se si considerano le zone a rischio medio e moderato. In sostanza, quasi un terzo del territorio nazionale potrebbe essere colpito da alluvioni.

Tra le regioni italiane, l’Emilia-Romagna è sicuramente la più esposta al rischio di allagamento: l’11,6% della sua superficie è caratterizzata da una pericolosità elevata, ma oltre il 45% ha un rischio di allagamento medio. Allarmante è anche la situazione in Veneto e in Lombardia.

Temperature, suolo e abusivismo

Ai costi del dissesto contribuiscono fattori sia climatici che urbanistici ed edilizi. Nel 2020, la temperatura media annua dei capoluoghi di provincia è stata pari a 15,8 gradi, in aumento di 0,3 gradi sul valore medio del periodo 2006-2015. Le precipitazioni sono invece diminuite, portando però a fenomeni violenti, tipici di un clima che va tropicalizzandosi.  

Il problema non è però solo la pioggia. “Uno dei fattori che determinano l'aumento dell’esposizione al rischio dei territori – spiega il rapporto - è sicuramente l’impermeabilizzazione del terreno. In pratica si consuma suolo utilizzando materiali, come il cemento e l’asfalto, che non permettono il naturale assorbimento dell’acqua. 

C’è poi il tema dell’abusivismo, che porta alla costruzione di case dove non sarebbe possibile, anche in zone a rischio. Secondo gli ultimi dati disponibili, relativi al 2021, in Italia sono abusive 5 case su 100. Ma con una forte differenza tra Nord e Sud: nelle regioni del Mezzogiorno, infatti, il tasso di abusivismo supera il 35%.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO