02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Grandi città, traffico e smog restano un tasto dolente

In aumento l’indice di motorizzazione di automobili

24 aprile 2019
Grandi città, traffico e smog restano un tasto dolente

Nonostante la crescita di forme di mobilità sostenibile, i problemi relativi al traffico e alla qualità dell’aria delle grandi città non accennano a diminuire anche a causa di un sistema di trasporto pubblico ritenuto in alcuni contesti molto carente.

Ci si sposta di più a piedi e in bici ma cresce il numero di auto e moto private nonostante l’incidenza sul budget familiare dei costi da sostenere per benzina, parcheggi, polizza rc auto o moto  e  manutenzione. Tirando le somme, se si guarda al biennio 2017-2018, la mobilità sostenibile urbana delle grandi città non avrebbe registrato grandi miglioramenti.
Ad affermarlo è il Rapporto “MobilitAria 2019”, uno studio realizzato dal Kyoto Club e dall’ Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del Consiglio Nazionale delle Ricerche il cui obiettivo è quello di delineare un quadro della qualità dell’aria e delle politiche di mobilità urbana nelle 14 principali città e aree metropolitane italiane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino, Venezia).

Nella valutazione della qualità dell’aria, il rapporto considera i tre inquinanti particolato (PM10 e PM2,5) e biossido di azoto (NO2). Sul biossido di azoto ci sono alcuni miglioramenti ma fra le città che nel 2018 hanno superato i limiti si confermano Milano, Roma e Torino. Per le concentrazioni medie di PM10 per diverse città è avvenuto il superamento dei limiti giornalieri che non dovrebbero superare i 35 sforamenti l’anno. Tra queste la peggiore del 2018 è Torino (89 giorni) seguita da Milano (79 giorni), Venezia (63 giorni), Napoli (40 giorni) Cagliari (49 giorni). 

Nei due anni analizzati si confermano stabili le aree pedonali e le piste ciclabili mentre il trasporto pubblico urbano vede un aumento degli utenti a Bologna (+18%), Torino (+12%), Cagliari (+9%).

La sharing mobility cresce a Milano, Torino, Firenze, Roma, Palermo e Cagliari, sbarca a Bologna per la prima volta, ma nelle altre città non decolla. L’auto continua ad essere il mezzo più utilizzato: dopo anni in costante diminuzione, nel biennio 2017-2018 torna a salire l’indice di motorizzazione di automobili sia nelle città che aree metropolitane: Torino è la peggiore (+5% e 674 veicoli per 1000 abitanti), seguita da Bologna (+3% e 531 veicoli per 1000 abitanti). 
 

Vota la la news:
Valutazione media: 4,9 su 5 (basata su 15 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 19/07/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Francesca Lauritano.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.