Ecoincentivi insufficienti per il 60% degli italiani

A ostacolare gli acquisti i prezzi in costante crescita

3 July 2024
Ecoincentivi insufficienti per il 60% degli italiani

Ecoincentivi auto statali insufficienti. La pensa così il 60% degli italiani secondo l'instant survey di giugno di Aretè intitolata Acquisto dell’auto e incentivi statali. Oltre 6 italiani su 10 giudicano i nuovi eco-incentivi insufficienti a stimolare l’acquisto di una macchina nuova, al di là dell'incidenza che possa avere l'Rc auto sui costi.

A ostacolare gli acquisti ci sono i prezzi dei nuovi modelli in crescita costante: solo loro l'ostacolo principale al cambio della vettura con una meno inquinante.

I nuovi ecoincentivi sono insufficienti

Nonostante un giudizio all'apparenza perentorio sulla nuova tornata di incentivi, restano alcuni dubbi. Se, infatti, il 60% reputa chiare le modalità di accesso ai benefici la stessa percentuale non li ritiene sufficienti a spingere all’acquisto di un'auto nuova che inquini meno. In confronto all’analisi condotta a ottobre 2021, la percentuale degli scontenti cresce notevolmente (+15%): questo, sottolineano gli esperti a causa dell’aumento generalizzato dei prezzi di listino dei nuovi modelli lanciati sul mercato negli ultimi anni e della contestuale riduzione della capacità di spesa degli italiani.

Chi compra l'auto nuova e perché

Il 58% dei consumatori resta in attesa di incentivi più alti o di modelli con prezzi più accessibili mentre il 76% dichiara che la prossima vettura sarà nuova e il 24% preconizza che privilegerà l’usato. Tra i fan dell'usato, 4 su 10 acquisteranno un'auto di seconda mano: questo perché il mercato del nuovo viene considerato inaccessibile. Addirittura il 34% di chi decide per l'usato lo fa per accedere un modello di categoria superiore a parità di budget.

Il tema alimentazione

Secondo la survey di Areté, metà dei possibili acquirenti di auto desiderano comprare un’ibrida, il 30% si dice pronto a restare all’endotermica, il 20% passa all’elettrico. Tra i fautori dell’ibrido, full o mild, vincono le ragioni ambientali: chi compra lo fa per inquinare meno (47%), più precisamente motivi legati alla riduzione o all'azzeramento delle emissioni allo scarico (50%) e all’interesse e curiosità per la nuova tecnologia (41%).

Molto gettonate anche le argomentazioni economiche, ossia il prezzo inferiore rispetto all’elettrico, gettonato dal 25% dei possibili acquirenti. Le principali ragioni di chi si affida a benzina, diesel e gpl sono: il costo più accessibile (31%) e facilità di rifornimento (47%).

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Franco Canevesio.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: offerte da 113€* Fai un PREVENTIVO