Ecoincentivi già esauriti, adesso il mercato dell'auto trema

Gli sconti erano stati pensati per il primo semestre

14 aprile 2021
Ecoincentivi già esauriti, adesso il mercato dell'auto trema

Dovevano essere la spinta per far ripartire le vendite di auto. E invece no. Si sono esauriti, infatti, in tre mesi i finanziamenti statali per gli ecoincentivi destinati all‘acquisto di auto con emissioni di Co2 tra 61 e 135 gr/km.

Si tratta della fascia principale, quella più richiesta, visto che le altre riguardano le auto ibride e le elettriche.

Una brutta tegola che incombe sui concessionari e che, legata alle bizze dell'Rc auto, può segnare il cammino futuro del mercato auto italiano.

Aprile e maggio salvi, ma dopo?

Il fondo in questione era pensato per sostenere la domanda che sarebbe arrivata nel primo semestre 2021, evitando un nuovo crollo delle immatricolazioni: sarebbe stato il secondo consecutivo dopo quello del 2020.

E adesso? Ad aprile e, in parte, a maggio le vendite dovrebbero restare sui livelli del primo trimestre 2021, grazie agli ultimi incentivi prenotati: il problema è che dopo, da maggio in poi, la maggior parte degli esperti prevede un altro tracollo.

In tre mesi esauriti i 250 milioni di euro

Adesso rimangono gli sconti per le elettriche e le ibride plug-in: per le auto con emissioni di Co2 comprese tra 0 e 60 g/km e con un prezzo di listino inferiore a 50 mila euro iva esclusa rimangono 170 milioni di ecobonus statale per l’acquisto di un'auto nuova.

A questi si aggiungono altri 76 milioni (erano 120 quelli stanziati a inizio anno) di extrabonus, concesso dallo Stato in presenza di un contributo della concessionaria.

Si teme un nuovo crollo delle immatricolazioni

In una nota ufficiale, il Centro studi Promotor spiega che “con l’utilizzo degli incentivi già prenotati le vendite possono rimanere sia in aprile che per una parte di maggio, sui livelli dei primi mesi del 2021. Livelli che sono comunque molto più bassi rispetto a quelli del 2019, ultimo anno esente da pandemia”.

Esauriti gli incentivi, almeno quelli per le auto più richieste, si teme un'altra contrazione delle immatricolazioni, con effetti negativi sul quadro economico generale di quest'anno.

Promotor, Quagliano: necessario che il governo affronti subito l'emergenza

“È necessario che il governo affronti subito l’emergenza auto, rifinanziando gli incentivi per l’acquisto di auto con emissioni di Co2 tra 61 e 135 gr/km - spiega Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor - È anche necessario che venga previsto uno stanziamento adeguato per il secondo semestre 2021.

In mancanza di immediati interventi - prosegue Quagliano - il mercato auto e l'indotto sono destinati a collassare, influendo pesantemente sull’obiettivo 2021 in materia di pil: un +4% dopo il crollo dell’8,9% nel 2020”.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Franco Canevesio.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO