02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Bonus bicicletta ufficiale: l'emergenza spinge le due ruote

La misura vuole sfavorire l'uso di auto e mezzi pubblici

15 maggio 2020
Bonus bicicletta ufficiale: l'emergenza spinge le due ruote

Annunciata, per qualche ora scomparsa, ritornata e adesso ufficiale. Il decreto “Rilancio” include una misura per incentivare la mobilità in biciclette e mezzi elettrici. L'obiettivo è spingere chi vive in città a prendere meno l'auto (più inquinante) e i mezzi pubblici (dov'è più difficile mantenere il distanziamento sociale) per puntare sulle due ruote. Lo stanziamento è di 120 milioni per il 2020.

Quello che è stato ribattezzato “bonus bicicletta”, in realtà, non si rivolge solo ai pedali. Si rivolge anche ai mezzi a pedalata assistita e a quelli “a propulsione prevalentemente elettrica”, come segway, hoverboard, monopattini e monowheel. Possono usufruire del bonus i residenti nei capoluoghi di Regione e Provincia, nelle città metropolitane e nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti. Come funziona? È uno sconto del 60 per cento, ma con un tetto di 500 euro. Vuol dire, in sostanza, che con una spesa inferiore agli 830 euro, si applicherà la percentuale di sconto prevista. Oltre questa soglia, il contributo si trasforma in un buono da 500 euro, indipendentemente da quanto costi la bici o il monopattino. Può essere richiesto una sola volta per ogni residente, indipendentemente dalla cifra. Non è quindi cumulabile.

Il bonus è retroattivo. Vale infatti per gli acquisti compiuti dal 4 maggio e fino al 31 dicembre 2020, salvo esaurimento della dotazione (che non è escluso possa essere rinnovata). Non è l'unica misura pensata per spingere bici e monopattini. Il decreto rilancio prevede anche “il finanziamento di progetti per la creazione, il prolungamento, l’ammodernamento e la messa a norma anche di piste ciclabili, in aggiunta o in alternativa a quelli relativi alle corsie riservate per il trasporto pubblico locale”. E si dà il via libera alla “casa avanzata”: al semaforo, la linea di arresto per le biciclette si sposta tre metri più avanti rispetto a quella di auto e moto. Vi si accede attraverso una corsia larga almeno 5 metri e riservata alle biciclette. Sembra quindi che, nella fase di coabitazione con il virus, bici e monopattini saranno prioritari nella circolazione cittadina. E chissà che l'incentivo non si trasformi in abitudine, aprendo anche alla possibilità di stipulare nuove tipologie di assicurazioni a misura di ciclista urbano. 

Vota la la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 9 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 20/09/2020

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »