Auto: in Italia veicoli sempre più “datati” in circolazione

Arranco anche il mercato delle vetture usate

29 novembre 2022
Auto: in Italia veicoli sempre più “datati” in circolazione

Il mercato auto stenta a ingranare la marcia. Se da un lato per quanto riguarda i nuovi veicoli la crisi dei chip ha incrementato i tempi di attesa, dall’altro, da inizio anno a oggi, anche l’usato arranca: vi sono stati meno scambi rispetto al periodo pre-covid mentre i prezzi sono nettamente più elevati. Per chi cerca di cambiare il proprio veicolo, quindi, la situazione sembra essere sempre più difficile.

A scattare la fotografia dei primi nove mesi dell'anno è l’Unrae, l’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri, l’Associazione che rappresenta le Case estere operanti sul mercato italiano delle autovetture.

Mercato in calo dell’11,1%

Nei primi nove mesi dell’anno il mercato delle autovetture usate conferma il saldo negativo dell’11,1% e si ferma a 3.313.944 trasferimenti di proprietà rispetto ai 3.726.152 dello stesso periodo 2021. I trasferimenti netti perdono il 12,7%, mentre le minivolture si riducono dell’8,7%.

Il diesel mantiene la prima posizione, nei 9 mesi 2022, con il 49% delle preferenze (-1,9 p.p.), seguito dal benzina con una quota al 40%, in linea con lo stesso periodo 2021. Il Gpl copre il terzo posto (al 4,4% del totale) e le ibride il quarto con una quota in crescita al 3,4%. Il metano si ferma al 2,2%, mentre i trasferimenti netti di auto elettriche pure (BEV) salgono allo 0,6% e le plug- in allo 0,4%.

Aumentano gli scambi tra privati

La minore disponibilità di auto presso le reti di vendita continua a spingere gli scambi tra privati, che arrivano al 59,4% dei passaggi di proprietà (guadagnando circa 12 punti). Scendono invece al 37% quelli da operatore a cliente finale. Si riducono leggermente anche quelli provenienti dal noleggio (0,6% complessivo) e perdono 1,3 punti quelli da Km0 (al 2,9%).

L’analisi per regione evidenzia un calo generalizzato per tutte le regioni italiane e conferma al 34,6% la quota dei passaggi di proprietà detenuta nei primi 9 mesi 2022 dalle prime tre regioni (Lombardia, Lazio e Campania). Il calo sullo stesso periodo 2021 è leggermente più contenuto per il Trentino Alto Adige, grazie ai trasferimenti di auto usate provenienti da operatori del settore.

In circolazione auto che superano i dieci anni di anzianità

Ma al di là del calo dei numeri in valore assoluto, i dati raccolti dall’Unrae rivelano anche come nel concreto siano in circolazione veicoli sempre più “datati”. Se da un lato questo fenomeno implica per i possessori di auto una minor spesa nel breve termine sia per l’acquisto, sia per la sottoscrizione di una polizza Rc auto, dall’altro nel medio termine, comporta invece un aumento dei costi, talvolta imprevisti, per le riparazioni e i controlli.

Nonostante possano esserci quindi notevoli disagi nel concreto, salgono al 51,4% i trasferimenti netti di vetture con oltre 10 anni di anzianità. Resta stabile al 14,9% la quota delle auto da 6 a 10 anni, un ulteriore recupero interessa quella delle vetture da 4 a 6 anni (12,1%). Si riduce la quota delle auto più fresche, in particolare quelle da 1 a 2 anni (al 3,6%), per la riduzione delle Km0. Si conferma l’incremento delle minivolture di autovetture con più di 10 anni, che salgono al 40,6% del totale, a scapito di quasi tutte le  altre fasce di anzianità.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola online il costo della polizza auto e dell'assicurazione moto utilizzando il nostro comparatore assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie assicurative e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto
Assicurazione moto Preventivo Moto
RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO