02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Mondo Assicurazioni

Auto a guida autonoma? In Italia non piace

Gli italiani bocciano l'auto senza pilota

16 giugno 2017
Auto a guida autonoma? In Italia non piace

Non c'è solo l'rc auto nei pensieri degli automobilisti italiani. Dalla 71a Conferenza Aci del traffico e della circolazione esce una novità piuttosto inattesa: in Italia sostanzialmente nessuno vuole l'auto a guida autonoma. Secondo uno studio dell'Aci soltanto il 48% degli automobilisti di casa nostra è disposto a provare l’auto senza conducente: uno su quattro, invece, non ci salirebbe mai. Il quadro, già abbastanza desolante, si complica solo a pensare che, sempre a detta dello studio Aci, gli automobilisti, a furia di leggere proclami disattesi sul debutto di questa nuova tecnologia, non credono più nemmeno alle tempistiche di lancio. Gli italiani, insomma, sono sempre più scettici e non credono più che l'auto a guida autonoma arriverà veramente tra il 2030 e il 2050.

Risparmio di carburante. Eppure, spiegano dall'Aci, i benefici sociali ed economici  del progetto sono potenzialmente notevoli: basti pensare all'ottimizzazione di tempo e spazio che si avrebbe con questa nuova tecnologia, visto che, secondo le statistiche, un’auto resta ferma in genere per il 90% della giornata e che la guida autonoma sarebbe in grado di abbattere del 10% i consumi. “Se tutte le auto circolanti nel mondo fossero connesse e autonome" - sottolinea l'Aci -  "si potrebbero risparmiare 200 miliardi di euro in spesa sociale per gli incidenti stradali e oltre 50 miliardi di euro in minore consumo di carburante”. Senza contare i benefici che si ribalterebbero anche sulla tanto discussa RC auto. “Ogni euro investito nella connessione dei veicoli e delle infrastrutture è in grado di produrre benefici per più di tre euro”, spiega l'Aci.

Ci vuole un Osservatorio sulla mobilità. La spiegazione fornita dall'Aci si basa sui dati di un grossissimo studio, intitolato Auto-Matica e curato dalla Fondazione Aci Filippo Caracciolo. Proprio in virtù dei risultati di questo studio, l'Aci sollecita la costituzione di un Osservatorio sulle trasformazioni della mobilità e alla realizzazione di due piattaforme nazionali, utili alla gestione dei dati che sono generati dalle auto, e al monitoraggio di incidentalità e infrazioni causate dai veicoli di nuova generazione.

Cambia tutto, anche l'RC auto. “L’auto a guida autonoma si rivela una sfida e dobbiamo vincerla senza farci trovare impreparati" - sottolinea il presidente Aci Angelo Sticchi Damiani - "Il mondo si muove da tempo mentre in Italia manca ancora un preciso quadro di regole che orientino e possano stimolare investimenti e progetti”. Bisogna tenere conto,  dice Sticchi Damiani, della fase di transizione, molto delicata, che vedrà veicoli “umani” condividere le strade con i veicoli “robot”. “Vanno poi sciolti i nodi sulla sicurezza stradale, sull'adeguamento infrastrutturale, sui vari problemi di responsabilità civile e penale da studiare nel caso di infrazioni e di incidenti, sulle questioni assicurative dell'rc auto, sui rischi di hackeraggio e di privacy”, conclude il predsidente Aci.

Vota la la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 6 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Franco Canevesio.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.