02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Assicurazioni e non solo: come sarà viaggiare in aereo

Ancora molte le incognite che riguardano i singoli Stati

5 giugno 2020
Assicurazioni e non solo: come sarà viaggiare in aereo

Il trasporto aereo è uno dei settori rimasto a terra durante il lockdown. Buona parte degli aeroporti sono stati chiusi, altri hanno avuto un'operatività ridotta. Con la mobilità tra regioni consentita dal 3 giugno, volare è più semplice, ma restano ancora molte incognite, che riguardano non solo i dati sanitari ma anche le decisioni dei singoli Stati.

La rete degli scali italiani è ancora limitata. Il ministero delle Infrastrutture ha prolungato la chiusura degli scali periferici fino al 14 giugno. In altre parole: gli aeroporti minori non aprono, soprattutto perché in questi giorni la loro operatività sarebbe soprattutto un costo. Il provvedimento la dice lunga sulla precarietà del settore, che deve vedersela non solo con i vincoli agli spostamenti ma anche con la disponibilità dei clienti a spendere per un volo e a viaggiare in un ambiente condiviso.

Come ha spiegato l'Enac, i gestori degli aeroporti e i vettori sono tenuti a rispettare le linee guida che traggono le basi dal Dpcm del 17 maggio. L’accesso all’aerostazione o ai punti di contatto con il pubblico è da consentire solo agli operatori aeroportuali e ai passeggeri muniti di titolo di viaggio. Prima dei varchi di sicurezza, deve essere misurata la temperatura corporea. A bordo e in aeroporto è obbligatorio l'uso delle mascherine ed è raccomandata la distanza di un metro. Se da un lato il trasporto aereo, che permette di viaggiare abbinando un nome a un posto, permette di tracciare il percorso di un eventuale contagio, dall'altro, ammette l'Enac, “nel contesto internazionale ed europeo non vi è omogeneità riguardo alla misura di distanziamento applicabile”. Non tutti i Paesi hanno fissato una regola. E anche quelli che lo hanno fatto hanno distanze diverse dal metro.

Il trasporto internazionale deve poi confrontarsi con il divieto, imposto a italiani e non solo, di raggiungere alcuni Paesi. La velocità con cui i collegamenti verranno riattivati condizionerà le compagnie, che, ad ogni modo, devono fare i conti con il periodo di fermo e con posti a bordo ridotti. Per assicurare la sostenibilità, il prezzo medio dei biglietti potrebbe aumentare. Senza dimenticare che le norme potrebbero essere modificate in modo disomogeneo in caso di eventuali nuove ondate epidemiche.

C'è quindi molta incertezza, anche perché il settore resta esposto a fattori esterni alle proprie disponibilità. Ma davanti a così tante variabili, potrebbe diventare importante un'assicurazione di viaggio, che garantisca ad esempio il rimborso o la riprogrammazione del proprio volo, con pacchetti su misura che coinvolgano anche l'assicurazione sanitaria.

Vota la la news:
Valutazione media: 3,4 su 5 (basata su 6 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 12/07/2020

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Altre news:

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.