02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Ania, Rc auto: nel 2019 è diminuita la frequenza dei sinistri

In aumento, invece, l'importo medio degli incidenti liquidati

1 aprile 2020
Ania, Rc auto: nel 2019 è diminuita la frequenza dei sinistri

Ania pubblica i risultati dei principali indicatori del ramo Rc auto relativi al 2019 da cui arriva qualche buona notizia: la frequenza dei sinistri è diminuita, attestandosi al 5,3%, in riduzione dell’1,4% rispetto al 2018. In sostanza, secondo Ania, prosegue il trend iniziato nel 2018 e, per certi aspetti, nel 2017, dopo un biennio, il 2015 e 2016, in cui si era registrato un certo deterioramento della sinistrosità.

Carburante troppo caro, minore utilizzo delle auto. Dopo quattro anni, dal 2013 al 2016, nei quali il prezzo del carburante era diminuito in maniera costante (-20% per la benzina, -25% per il gasolio auto e -31% per il gpl), nei due anni 2017 e 2018 si è assistito ad un aumento significativo del carburante: benzina +10,7%, gasolio per auto +16,1% e gpl +19,4%. Solo in piccola parte, il rincaro è stato compensato dalle riduzioni del 2019 e proprio questo andamento, secondo Ania, potrebbe aver contribuito al minore utilizzo dei veicoli, influendo poi sull’incidentalità stradale. A conferma di questa ipotesi i dati sui consumi di prodotti petroliferi curati dal MISE, secondo cui nel 2019 si è verificata una riduzione lieve nel consumo di carburanti, soprattutto di gasolio.

Aumenta del 2,2% l’importo medio dei sinistri liquidati. Se nel 2019 è diminuita la frequenza, in compenso è aumentato l’importo medio degli incidenti accaduti e liquidati: 1.856 euro, in rialzo del 2,2% rispetto al 2018 quando era pari a 1.816 euro. All'aumento ha contributo, secondo Ania, l’incremento del 3% dei Cid, controbilanciato solo in parte dalla diminuzione dell'1,4% dei Ctt, le partite di danno a favore dei terzi trasportati, quelle che vengono liquidate nel primo anno. In diminuzione lieve (-1,2%), invece, l’importo liquidato degli incidenti che non sono rientrati nel risarcimento diretto, i cosiddetti sinistri no card: per questi, nel 2019, si sono risarciti mediamente 3.043 euro, rispetto ai 3.079 euro del 2018.

Aumentano i sinistri con risarcimento diretto. L’incidenza dei sinistri con risarcimento diretto nel 2019 è stata pari all’82,4% del totale dei sinistri gestiti dalle assicurazioni, in lieve aumento rispetto al 2018 (82,3%). Ania registra, di conseguenza, una flessione (18,5% rispetto al 18,6% del 2018) dei sinistri che non rientrano nel risarcimento diretto: il dato aumenta per le auto (da 85,1% a 85,3%) e per gli autocarri (da 65,6% a 65,7%), rimane stabile, invece, per le moto (82,8%).

Vota la la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 9 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 28/05/2020

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.