02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Mondo Assicurazioni

Al via la sperimentazione per segway & monopattini

Ecco le nuove regole per i monopattini elettrici

6 giugno 2019
Al via la sperimentazione per segway & monopattini

Quest’estate gli italiani potrebbero finalmente andare in spiaggia “ in sella” o per meglio dire in piedi, su hoverboard, segway, monopattini e monowheel elettrici. 

Prenderà avvio nei prossimi mesi la sperimentazione di questi mezzi finora non previsti dal Codice della Strada.  E’ stato approvato questa settimana il decreto dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli in attuazione della legge di Bilancio che ha disciplinato la materia.

Ma prima di lanciarsi lungo le vie delle città, tutti i nuovi potenziali utenti dovranno tener conto di una serie di regole abbastanza precise. In primo luogo si potrà circolare solo con hoverboard, segway, monopattini e monowheel elettrici solo se maggiorenni oppure se minori con la patente AM, quella per i motorini. 

Nelle aree pedonali gli utilizzatori (ad eccezione degli addetti della polizia stradale) dovranno però attivare il limitatore di velocità per non oltrepassare il limite di 6 km/h. Inoltre, i veicoli capaci di sviluppare una velocità superiore a 20 km/h dovranno essere muniti di un meccanismo regolatore per non superare questo limite. Nel rispetto di questi vincoli sulla velocità, tutti i dispositivi però potranno circolare nelle aree pedonali, mentre soltanto i segway e i monopattini potranno essere condotti anche sulle piste ciclabili e su corsia riservata e sulle strade con velocità massima pari o inferiore a 30 km/h. Non è invece consentito il trasporto di persone o cose né ogni forma di traino. 

Nelle ore serali e notturne, ma anche in tutte quelle situazioni in cui l’illuminazione sia necessaria a causa delle condizioni atmosferiche, non potranno essere utilizzati i dispositivi privi di luce anteriore, bianca o gialla fissa, e posteriore (luce rossa fissa) e qualora siano presi a noleggio devono essere provvisti di assicurazione. La libera circolazione di questi veicoli, infatti, non comporta invece per i singoli privati l’obbligo di un’assicurazione perché non sono equiparati alle due ruote a motore “classiche”, che hanno invece l’obbligo di sottoscrivere l’Rc moto.

I tempi per l’avvio della sperimentazione però dipendono dai singoli Comuni. Prima di autorizzare con un’ordinanza la sperimentazione della circolazione dei dispositivi in ambito esclusivamente urbano, ogni Comune deve individuare le infrastrutture stradali o le parti di strada idonee in base a quanto previsto dal decreto ministeriale. La giunta comunale deve poi approvare con apposita delibera il piano della sperimentazione della micromobilità elettrica. Successivamente, dovrà essere installata una specifica segnaletica stradale verticale e orizzontale. Dalla data di entrata in vigore del decreto ministeriale la sperimentazione potrà essere autorizzata entro 12 mesi e dovrà concludersi entro 24 mesi, con una durata di almeno 12 mesi. 
 

Vota la la news:
Valutazione media: 4,8 su 5 (basata su 14 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 24/08/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

L'autore

Leggi gli ultimi articoli sul mondo delle assicurazioni pubblicati da Rosaria Barrile.

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.