02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Cosa fare in caso di furto

La prima cosa da fare nel caso in cui vi sia stata rubata l'auto è andare a sporgere una denuncia di furto presso i carabinieri o la polizia. Non esistendo un modulo predefinito, la persona incaricata raccoglierà e trascriverà la denuncia. Nel caso in cui anche il libretto di circolazione sia stato rubato insieme al veicolo, bisogna indicarlo esplicitamente nella denuncia, e altrettanto va fatto per quanto riguarda il certificato di proprietà. E' importante farlo perché per avere il risarcimento bisogna restituire questi documenti alla compagnia o poter dimostrare (con la copia di una denuncia) che sono stati rubati.

Entro 3 giorni dal furto bisogna comunicare il fatto alla propria compagnia di assicurazione auto. Si possono seguire due procedure: se si ha un agente o un broker al quale fare riferimento, si può affidare a lui la comunicazione alla compagnia. Altrimenti, bisogna mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno contenente la denuncia effettuata. Se il veicolo viene successivamente ritrovato, bisogna inviare alla compagnia il verbale di ritrovamento che ci è stato consegnato dalle Autorità competenti al momento della restituzione del veicolo. Se è necessario effettuare delle riparazioni in conseguenza del furto, è necessario segnalare al perito incaricato il luogo di sosta dell'auto e aspettare un suo via libera per farle partire. Inoltre è bene notare che non tutte le polizze furto prevedono il risarcimento delle spese di custodia del veicolo che può essere necessario sostenere tra il ritrovamento della vettura e la consegna della stessa, e che possono essere anche ingenti, soprattutto nel caso in cui sia necessaria una riparazione. Se invece l'automobile non è stata ritrovata, la compagnia dovrebbe effettuare la liquidazione del risarcimento entro 30 giorni dalla segnalazione.

Per dare il via alle pratiche di liquidazione, bisogna far avere alla società di assicurazione la copia autenticata della denuncia e l'estratto della cronologia del P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico, dove è segnata la perdita di possesso del veicolo). È inoltre necessario includere una copia del certificato di chiusura inchiesta, con il quale l'Autorità competente (dove si è sporta la denuncia) dichiara di aver provato a indagare per trovare il veicolo senza successo. Questo documento viene rilasciato dalla Procura della Repubblica del luogo dove è avvenuto il furto. Se l'auto è in leasing bisogna anche inviare un attestato che certifica quanto resta da pagare (debito residuo) e quanto si è già pagato (le fatture passate). Alcune compagnie risarciscono anche le spese di nuova immatricolazione. La polizza furto va pagata fino alla sua scadenza, mentre per quella di responsabilità civile si può chiedere il rimborso per tutta la parte non goduta.

Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 24 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 11/12/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Contenuti della sezione

  1. Assicurazione a km: quando conviene
  2. Assicurazione auto a rate: come funziona
  3. Assicurazione auto per un giorno: come funziona
  4. Assicurazione neopatentati: come funziona
  5. Carta Verde Assicurazione: cos'è e quando serve
  6. Cointestare l’auto: come funziona l’assicurazione
  7. Come compilare il CID
  8. Come immatricolare un'auto nuova
  9. Come rinnovare la patente
  10. Cos'è l'attestato di rischio elettronico
  11. Decreto Bersani: le novità in ambito assicurativo
  12. Disdetta assicurazione: come cambiare compagnia
  13. Foglio rosa: assicurazione per la guida
  14. Guida esperta, libera o esclusiva: come scegliere
  15. Punti della patente: verifica saldo, decurtazione e recupero
  16. Revisione auto: cos'è e come funziona
  17. Rottamazione auto: cosa c'è da sapere
  18. Scatola nera auto: cos'è e come funziona
  19. Attestato di rischio o ATR
  20. Auto storiche
  21. Bonus-malus: come funziona
  22. Classe CU Conversione Universale
  23. Come richiedere un risarcimento
  24. Conservare la classe di merito in caso di cambio del veicolo
  25. Conservare la classe di merito in caso di incidente
  26. Cos'è una polizza
  27. Cosa fare in caso di furto
  28. Cosa fare in caso di incidente
  29. Cosa fare in caso di sinistro
  30. Esclusione e rivalsa
  31. Eventi atmosferici
  32. Franchigia assoluta
  33. Franchigia relativa
  34. I documenti da portare sempre in auto
  35. Il massimale di una polizza assicurativa
  36. Il tagliando auto o contrassegno
  37. Incidente all'estero: cosa fare
  38. Incidente con veicoli esteri
  39. Kasko a primo rischio
  40. Kasko a secondo rischio
  41. Kasko a valore intero
  42. La classe di merito
  43. La franchigia nelle assicurazioni
  44. La legge sulla RCA
  45. Limitazioni sulla copertura assicurativa
  46. Lo scoperto assicurativo
  47. Polizza Mini Kasko
  48. Premio assicurativo
  49. Prima di assicurarsi
  50. RC Auto e Moto: le regole per risparmiare
  51. Riattivare una polizza
  52. Rinuncia alla rivalsa
  53. Sospendere una polizza

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni e scegli la polizza più conveniente per il tuo veicolo. Confronta i preventivi di più compagnie e risparmia, bastano solo 3 minuti.

Assicurazione auto Preventivo Auto »
Assicurazione moto Preventivo Moto »

Scopri le garanzie accessorie auto

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.